Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Il Pif omaggia Astor Piazzolla

Il Premio internazionale di fisarmonica a Castelfidardo stasera, 16 settembre, rende omaggio al genio con i "Colores de tango" in una Notte della musica senza precedenti

I "Colores de tango"

CASTELFIDARDO – Venticinque anni fa si esauriva a Buenos Aires l’esistenza terrena di uno dei più rivoluzionari e innovativi musicisti del Novecento, le cui note passionali sono diventate un’inesauribile fonte di ispirazione per generazioni di artisti. Il Premio internazionale di fisarmonica a Castelfidardo omaggia il genio di Astor Piazzolla con i Colores de tango in scena al teatro Astra alle 21.15 stasera, sabato 16 settembre, a ingresso libero.

Una serata di gala che riunisce sul palco i Mastango e Cecilia Herrera: Massimiliano Pitocco e Dario Flammini al bandoneon, Antonio Scolletta (violino), Giovanni Ciaffarini (viola), Massimiliano Caporale (pianoforte), Roberto della Vecchia (contrabbasso), Cecilia Herrera (voce) e una coppia di ballerini del Tango rouge company, un ensemble di eccezionali professionisti che darà vita a uno spettacolo dal sapore autentico, dove la danza, il canto ora ironico, ora dolente, i momenti strumentali intensi e a tratti virtuosi, dipingono a tinte vive le atmosfere che si respirano nei celebri sobborghi argentini.

La full immersion che culminerà in una Notte della Musica a tutto tondo prevede anche altri momenti. In calendario momenti formativi: nella biblioteca comunale (dalle 15) giornata di studio promossa dal Nuovo Cdmi su “percorsi didattici e repertori per la prima formazione”; alla scuola di musica “Soprani” di via Mordini c’è invece l’opportunità di prendere lezioni gratuite di flauto (maestro Agnese Cingolani), chitarra (maestro Cesare Sampaolesi), canto (Martina Jozwiak) e di partecipare al workshop di improvvisazione jazz con Antonino De Luca. Se sul Pifbus di Porta Marina si può fare l’esperienza unica di assistere ad un concerto intimo per 20 persone sui sedili di una tenera corriera vintage, alle 18 nell’Auditorium San Francesco si accendono i riflettori su Dreams, love e tango, i Sara Rulli & Accordion Quintet “Torrefranca” su spartiti di Zimmer, Morricone, Buonvino, Mancini, Piazzola. A seguire il nuovo progetto discografico di Vincenzo Abbracciante, “Sincretico”, con l’Alkemia quartet (chitarra, violino, viola, violoncello e contrabbasso).

Dalle 19 in un centro storico chiuso al traffico e arricchito dal mercatino dell’artigianato artistico e gastronomico, tanta musica. Si comincia alle 20 all’Occhio di Horus di Porta Marina con il Projeto Brasil di Celio Balena, Clovis Aguiar, Milton Ramos, si prosegue alle 21.30 nella stessa location con lo swing de Le Train Manouche Francesco Sabato (chitarra), Francesco Longo (fisarmonica), Massimiliano Margherito (chitarra), Daniele Rollo (contrabbasso) e infine con il Baretè quartet live. In piazza della Repubblica si cambia ritmo con le atmosfere del cinema d’azione anni Settanta fuse al ruvido funk degli Ultrafunk quintet live (21.30) e i dj Letizia Ponto and Bastard Beat (dalle 23), mentre in Auditorium si sogna a suon di milonga dalle 22 con la scuola argentina “Alas de tango” e il concerto spettacolo con Giacomo Medici ensemble e i maestri Anibal Castro e Griselda Bressan. Alle 23 le ultime note di giornata al pub O’ Brian di via Marconi con il duo De Luca-Jozwiak e chiusura col botto all’On Stage club di via Soprani con i “Misero spettacolo”, il cui progetto esplora il cantautorato a 360 gradi dalla forma energica di folk, rock e blues passando per la classica, suoni indie ed etnici. Tutti gli eventi sono gratuiti.