Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Polverigi, litigio durante la caccia: arrestato per porto illegale d’armi

I Carabinieri hanno sottoposto a sequestro oltre l’arma, un fucile semiautomatico marca Benelli, anche 825 cartucce da caccia, rinvenute durante la perquisizione domiciliare

I carabinieri con le armi sequestrate
I carabinieri con le armi sequestrate

POLVERIGI – Lo scorso sabato (14 novembre) è stato segnalato al 112 un diverbio verificatosi tra un cacciatore ed una persona di passaggio, scaturito dall’attività venatoria esercitata dal primo in località Rustico di Polverigi.

Una pattuglia della Stazione locale, in servizio di controllo del territorio, giunta sul posto ed acquisite le prime informazioni, ha constatato che il cacciatore, prima del loro arrivo, si era dileguato. Le ricerche sono scattate subito e hanno consentito di individuarne però l’abitazione, dove i militari hanno proceduto al controllo amministrativo della licenza di caccia ed appurato che era stato emesso nei suoi confronti un provvedimento del Questore di Ancona di divieto di detenzione di armi, munizioni e materie esplodenti, dal 22 novembre 2019. Agli inizi di quell’anno infatti non aveva dichiarato il posto in cui avrebbe detenuto un fucile e cartucce, motivo per cui è scaturita la revoca della licenza di porto di armi.

Accertata la responsabilità in capo all’indagato, i Carabinieri l’hanno dichiarato in stato di arresto, sottoponendo a sequestro oltre l’arma, un fucile semiautomatico marca Benelli, calibro 12, anche 825 cartucce da caccia, rinvenute durante la perquisizione domiciliare. Si tratta di 70enne del posto resosi responsabile di detenzione illegale di armi. L’uomo è stato portato nella casa circondariale di Ancona Montacuto.