Osimo, dalle multe agli incidenti: ecco tutti i dati 2018 della Municipale

Come ogni anno il comando di Polizia locale ha illustrato i numeri dell'anno passato. «A nome mio e di tutta l’amministrazione ringrazio ogni operatore per l’attività svolta quotidianamente con grande senso del dovere e responsabilità», commenta l'assessora alla Polizia Federica Gatto

Polizia e vigili urbani di Osimo
Polizia e vigili urbani di Osimo

OSIMO – Un territorio di circa 108 chilometri quadrati e 35mila abitanti quello osimano con 15 frazioni, le cui esigenze sono crescenti sia per le trasformazioni sociali che per l’evoluzione normativa. Come ogni anno il comando di Polizia locale di Osimo ha reso nota la statistica sull’attività svolta nel 2018. Calano gli incidenti ma crescono le sanzioni. «In un periodo storico difficile, che vede competenze sempre maggiori per la Polizia locale, il turn over del personale e un territorio molto vasto, la Polizia locale di Osimo è riuscita a mantenere il passo con gli anni precedenti, con grande sacrificio e dedizione al lavoro, dimostrando una crescente professionalità e disponibilità verso le esigenze dei cittadini. A nome mio e di tutta l’amministrazione ringrazio ogni operatore per l’attività svolta quotidianamente con grande senso del dovere e responsabilità», commenta l’assessora alla Polizia Federica Gatto. Che prosegue: «Sono arrivati tre nuovi agenti al comando, dove la sede sta per essere adeguata per 40mila euro. Per quanto riguarda il parco auto abbiamo speso 20 mila euro per un nuovo mezzo equipaggiato per interventi di polizia giudiziaria. Su questo filone, inoltre, abbiamo salvato il commissariato di polizia che resta in città. I reati predatori sono calati, in aumento del 20% invece quelli sulla violenza di genere, per questo abbiamo aperto lo sportello Informadonna».

L’assessore ha poi fatto un bilancio dei servizi. «Da febbraio il pass cartaceo per i residenti diventa elettronico per tagliare le code e rendere il procedimento più agevole. Con la Osimo servizi poi puntiamo a valorizzare il maxiparcheggio, dove abbiamo messo la sosta da un euro all’ora a due tutto il giorno e gli accessi sono aumentati, del 20% quelli quotidiani e del 40% quelli particolari – spiega Gatto -. Installata la videosorveglianza e la nuova illuminazione per avere più sicurezza. In centro resteranno i 30 stalli a disco orario, 30 da 1,20 euro all’ora con mezz’ora gratuita se si paga un’ora di sosta. E poi l’easy park per pagare i minuti effettivi ed è attivo il totem informativo al tiramisù, ne arriveranno altri due e da marzo si potranno pagare ticket, multe e bollette. Centomila gli euro spesi per la videosorveglianza per le quattro rotatorie agli accessi cittadini, poi al centro, al tiramisu e alla palestra di Osimo Stazione e due telecamere wireless per i reati ambientali. In arrivo quelle ocr a San Biagio, Passatempo, Abbadia e Campocavallo. Finanziati 60 nuovi impianti di videosorveglianza a privati e realizzato il vademecum informativo per evitare le ronde».

INCIDENTI
Quelli rilevati dalla Municipale sono l’80 per cento del totale. Un dato comunque in diminuzione rispetto agli anni precedenti: nel 2018 ne sono stati registrati 82 di incidenti, di cui 37 con feriti e un mortale, nel 2017 invece erano 112 di cui 52 con feriti e uno mortale. In passato, dal 2013 al 2016, si sono toccate anche punte massime che hanno raggiunto tra i 150 e i 200 rilevamenti.

SANZIONI
Novemila e 528 contro le novemila e 595 del 2017, in aumento rispetto agli anni precedenti (nel 2016 erano seimila e 233). Di tutte le multe l’anno scorso ne sono state pagate settemila e 370 per un totale riscosso di 300mila e 891 euro, somma che per legge deve essere reinvestita per la sicurezza stradale. Batte tutti la violazione per eccesso di velocità (mille e 470). L’aumento delle sanzioni accertate per violazioni al codice della strada non sarebbe dovuto a un improvviso comportamento scorretto degli automobilisti ma soprattutto all’utilizzo di una nuova strumentazione, il “police control” acquistato nel 2015, che permette, tra l’altro, di accertare online il passaggio di veicoli privi di copertura assicurativa, con mancata revisione, che sono causa di furto o sottoposte a fermo amministrativo o penale. Rilevante anche l’alta percentuale di sanzioni pagate e quindi di riscosso, probabilmente dovuto alla possibilità di ottenere una decurtazione del 30 per cento se il pagamento della sanzione avviene entro cinque giorni dalla notifica.

PASS SOSTA
Sono stati mille e 383 i pass sosta consegnati ai residenti del centro storico e quelli straordinari, un lavoro che impegna l’intero anno e che in questo quinquennio ha visto sviluppare nuove modalità che sono andate incontro alle esigenze del cittadino, procedure più snelle e tecnologicamente più avanzate grazie all’adozione del badge elettronico e il rinnovo per via telematica. L’anno precedente erano stati mille e 411. 14mila e 600 poi le telefonate ricevute dal Comando per chiarimenti e informazioni, duemila e 692 le mail ricevute, smistate e inviate dal comandante Graziano Galassi, e 106 le ordinanze per la viabilità. Altra attività ha riguardato gli accertamenti inerenti i controlli anagrafici, patrimoniali e lo status delle residenze sul territorio comunale: mille e 751 pratiche che comportano un lavoro di back office complesso data la sensibilità dei dati.

AMBIENTE e COMMERCIO: 85 i reati ambientali e 25 le pratiche relative alla rimozione di amianto. Anche le attività commerciali richiedono un forte dispiego di forze con cinquemila e 535 rilevazioni ai mercati cittadini e 500 pratiche di controllo sugli esercizi commerciali (di cui 200 di controllo cartellini prezzi e 300 sopralluoghi vari). Per la rimozione di veicoli durante i mercati o per violazioni del Codice della strada, il dato è positivo: si è passati dai 155 veicoli rimossi nel 2014 ai 60 del 2018.

EDILIZIA: Tra pratiche con relativi sopralluoghi di verifica relative a pareri, ordinanze e autorizzazioni per occupazioni suolo pubblico cantieri stradali, si è passati dalle 115 del 2014 alle 315 del 2018.

POLIZIA RURALE: 462 i sopralluoghi effettuati nel 2018 per la verifica e il controllo della normativa inerente i regolamenti di Polizia rurale e degli animali di affezione e 36 i verbali contestati.

CONTABILITA’: Mille e 800 gli accertamenti online all’Agenzia delle entrate, 342 le trasmissioni delle richieste di integrazioni per pagamenti difformi e 251 le determine dirigenziali adottate.