Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Elezione segretario Pd: a Osimo vince Zingaretti, Castelfidardo sceglie Giachetti

Terminata questa prima fase di consultazioni interne alle assemblee dei vari circoli cittadini, l’appuntamento per iscritti e simpatizzanti sarà con le primarie di domenica 3 marzo

Nicola Zingaretti

OSIMO – Si sono concluse le elezioni interne di circolo a Osimo e Castelfidardo per scegliere i tre candidati da far correre alle primarie del 3 marzo, dove verrà eletto il nuovo segretario nazionale del Partito Democratico.
A Osimo si è imposta di misura la mozione di Nicola Zingaretti, presentata a livello locale dalla consigliera comunale Eliana Flamini, che ha raccolto complessivamente 24 preferenze su 52 votanti, mentre Roberto Giachetti si è fermato a 21 voti. Soltanto terzo il segretario uscente Martina (4 preferenze), poi Boccia (2) e Saladino (1).

Eliana Flamini
Eliana Flamini, consigliera comunale del Pd Osimo

«Sono soddisfatta del risultato che Zingaretti ha ottenuto nel nostro circolo – ha dichiarato Eliana Flamini – ritengo sia espressione della voglia dei nostri militanti di riaccendere un PD un po’ compresso dal peso del renzismo, dell’uomo singolo al ‘comando’. Zingaretti propone di recuperare il valore del dialogo, della collaborazione, della centralità del ruolo sociale della politica che è quello di dar voce alle persone».
Risultato diverso nel circolo Pd di Castelfidardo, dove invece il più votato è stato Giachetti con il 50% dei consensi (pari a 15 votanti su 30 complessivi), seguito da Zingaretti (con 9 voti), Martina (5) e Boccia (1).

Enrico Santini, capogruppo Pd-Bene in Comune
Enrico Santini, segretario del Pd di Castelfidardo.

«Non posso che manifestare la soddisfazione per la mattinata di bella politica, dove non è mancato il confronto tra idee diverse, ma accomunate da valori, prospettive e visione della società comuni – ha commentato Enrico Santini, segretario del Pd di Castelfidardo -. Ne è emersa una grande voglia di unità che consenta al partito di tornare a proporre una proposta di alternativa al governo gialloverde. Una proposta dove trovino spazio i valori dell’accoglienza, dell’integrazione, dell’europeismo, del lavoro, dei diritti civili, dell’ambiente, dello sviluppo inclusivo, della cultura e dell’istruzione».

Terminata questa prima fase di consultazioni interne alle assemblee dei vari circoli cittadini, l’appuntamento per iscritti e simpatizzanti sarà con le primarie di domenica 3 marzo, per la scelta del nuovo segretario nazionale del Partito Democratico.