Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Pasqua, ad Osimo e Loreto tornano le storiche processioni dopo 2 anni di stop

I confratelli e le consorelle della Confraternita della Pia Unione del Cristo Morto di Osimo hanno confermato l'evento per il Venerdì santo così come Villa Musone di Loreto per la Morte del Giusto

La Processione del Cristo Morto a Osimo (Immagine di repertorio)

OSIMO – Dopo due anni di stop forzato a causa della pandemia, la processione del “Cristo Morto” tornerà a sfilare lungo le vie della città di Osimo. Venerdì 15 aprile (alle ore 15) in cattedrale si svolgeranno le “Tre ore di agonia di nostro Gesù Cristo”, predicate in questa occasione da una donna, suor Lorella Mattioli da Foligno. Dalle 18 inizierà la vestizione per poi alle 20 dare il via alla processione per le vie del centro: confratelli e consorelle della Confraternita della Pia Unione del Cristo Morto di Osimo, incappucciati con i tradizionali sacconi neri e coperti dai cappucci a punta, sfileranno in una città illuminata solo dalle fiaccole. A terminare il corteo il cataletto del Cristo e la statua della Madonna in lacrime, coda del corteo che si muoverà con il sottofondo sordo delle “battistangole”, le tavole di legno che sostituiscono le campane.

«Ricordiamo ai confratelli che hanno posti nominativamente assegnati (mazza, croce, battistangola, lampioni grandi) di segnalare in anticipo la loro eventuale assenza alla processione, affinché il consiglio direttivo abbia modo di trovare i loro temporanei sostituti – dicono dall’organizzazione -. Per esigenze dettate dalla Questura, durante la processione quest’anno non potranno sfilare le persone che solitamente si univano al corteo dietro alla Maddalena (uomini e donne con flambeaux). Sarà possibile per la popolazione assistere ai lati del percorso o unirsi alla processione alla fine, dietro San Giovanni. Sarà bello ritrovarsi dopo due anni per sfilare e pregare insieme, per predisporre il nostro cuore alla fede, di cui abbiamo tutti bisogno per vivere al meglio questi delicati momenti che il mondo sta attraversando».

La Morte del Giusto a Loreto

La morte del Giusto
La morte del Giusto

Anche Loreto si prepara alla Settimana Santa. Giovedì Santo (14 aprile) alle 17.30 il Santissimo sarà riposto nella basilica dei Santi papi pellegrini per l’adorazione fino a mezzanotte dopo la messa. Venerdì 15 alle 17.30 Azione liturgica della Passione; sabato 16 la veglia e domenica di Pasqua e lunedì dell’Angelo le celebrazioni delle 10 saranno in diretta su Youtube e sul canale della Santa Casa. Pure nella città mariana riprende, dopo due anni di mancate rappresentazioni, “La morte del Giusto” a Villa Musone. La Croce di Cristo, il Giusto, percorrerà la salita ai piedi del colle lauretano. La Passione loretana anni fa aveva presentato richiesta di essere inserita tra i patrimoni dell’Unesco come beni immateriali. La sacra rappresentazione vedeva la partecipazione di oltre 200 figuranti coinvolgendo praticamente tutta la città ed è entrata a far parte del network delle 25 analoghe manifestazioni della Settimana Santa che puntano ad ottenere l’ambita denominazione.