Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Lardini, si torna in campo contro la Zanetti Bergamo

Il team ha brindato ad un ottimo girone d’andata. Ad oggi la squadra è virtualmente salva e il vantaggio rispettivamente di 6 e 7 punti su Caserta e Perugia che chiudono il lotto, sembra rassicurante

La Lardini Filottrano di coach Schiavo

FILOTTRANO – La Lardini Filottrano (serie A1 nella pallavolo femminile) è tornata al lavoro al PalaGalizia di Filottrano in vista dell’avvio del girone di ritorno fissato nel turno infrasettimanale di mercoledì 15 gennaio e che vedrà la squadra di Schiavo impegnata alla UBI Banca Sport Center Arena alle 20.30 contro la Zanetti Bergamo.

Al giro di boa la formazione del presidente Renzo Gobbi, massima espressione pallavolistica regionale in rosa, ha ottenuto 14 punti quanti tutti quelli guadagnati nell’intera scorsa stagione. L’avvio di campionato quindi è stato ottimo grazie a 5 vittorie, due in trasferta, una al tiebreak a Perugia e poi quella a Brescia, e poi 3 successi interni contro Chieri, Caserta e Firenze.

Oggi quindi la squadra è virtualmente salva e il vantaggio rispettivamente di 6 e 7 punti su Caserta e Perugia che chiudono il lotto, sembra rassicurante. Il 2019 non era cominciato per il meglio con una seconda parte di stagione, quella scorsa, particolarmente tribolata con una sola vittoria nelle ultime 11 partite, score che tuttavia non aveva impedito alla formazione di Schiavo di mantenere la categoria.

In estate la società ha deciso per una rivoluzione tecnica scegliendo un roster totalmente rinnovato e quasi tutto italiano e un’età media molto giovane con l’obiettivo di allestire un team votato al lavoro grazie al quale far emergere il talento delle sue interpreti intorno alla solidità della capitana Laura Partenio, unica riconfermata, e la classe della palleggiatrice greca Papafotiou.

Le due sconfitte nelle ultime due giornate contro le quotate Busto Arsizio e Scandicci non abbassano il voto in pagella per le rosanero. La Lardini oggi è una squadra con un’identità tecnica precisa e spiccate attitudini sulle quali sta costruendo la salvezza.

La novità del cambio del campo di gioco dal Palabaldinelli di Osimo al Palatriccoli di Jesi ha consentito di attestarsi sulle circa 1.000 presenze alle partite interne, con punte di quasi 2.000 spettatori contro le campionesse d’Italia e del mondo dell’Imoco Conegliano, riscontro interessante considerando che il grande volley femminile mancava a Jesi dai tempi della Monteschiavo che abbandonò la A1 un decennio fa.

La quota salvezza era ipotizzabile tra i 24 e i 25 punti ma le difficoltà della Volalto Caserta che in questa pausa ha risolto il contratto con il coach Cuccarini (ex Monteschiavo) e 5 giocatrici titolari, potrebbe restringere ad uno solo il posto all’inferno.

La Lardini oltre al match contro Bergamo, ha altre partite abbordabili in casa contro Perugia, Brescia e Cuneo e in trasferta cercherà punti pesanti a Chieri, Caserta e Firenze. Contro le migliori della classifica l’obiettivo resterà provarci sperando in una giornata storta di roster molto ricchi.
La scelta di trasferirsi a Jesi è nata dalla necessità mai celata dalla società, di ampliare la compagine di sponsor che sostengono la squadra. Occorre un gold sponsor che possa affiancare il marchio Lardini. I contatti ci sono. L’ufficializzazione al momento ancora no.