Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, “La vita è bella” entra nelle case di riposo

Grazie ad una delle iniziative del Rotary club, gli ospiti delle tre strutture Fondazione Recanatesi, Padre Bambozzi e Grimani Buttari, hanno avuto la possibilità di seguire attraverso Zoom le performance di apprezzati artisti

anziani, sostegno, cure, salute, case di riposo

OSIMO – “La vita è bella” esce dallo schermo e da film si trasforma in un presidio di resistenza al virus nei luoghi più sensibili alla diffusione del Covid-19, le case di riposo. Grazie ad una delle molteplici iniziative promosse in queste settimane di quarantena dal Rotary club Osimo, gli ospiti delle tre strutture del territorio che ad oggi hanno aderito, Fondazione Recanatesi, casa di riposo Padre Bambozzi e casa di riposo Grimani Buttari, hanno avuto la possibilità di seguire, attraverso la piattaforma Zoom, le performance di diversi ed apprezzati artisti marchigiani. Da aprile fino a oggi il programma di animazione a distanza si è sviluppato su dieci incontri che hanno visto la partecipazione di cantanti, musicisti ed attori locali: dalla voce di Rosa Sorice al violino di Alessandro Marra, dall’organetto di Lorenzo Cantori alle percussioni di Marco Lorenzetti, dalla fisarmonica di Luigino Pallotta ai foto-racconti musicali di Stefano Belli, più le letture in dialetto e non di soci del club.

«E’ noto che il lockdown ha colpito soprattutto le case di riposo i cui ospiti sono tra le fasce della popolazione più esposte e fragili, sia perché pesantemente attaccate dal virus sia per l’isolamento vissuto all’interno delle strutture e per la lontananza dai propri familiari, fattori che hanno reso ancora più precaria e triste la loro condizione – dice il presidente del Rotary Club Osimo Gianlorenzo Pangrazi -. Ci è parso importante quindi ideare una iniziativa che le facesse sentire meno sole. Il progetto ha riscosso notevole successo e la gioia dei loro volti, il senso di pace, ma anche la soddisfazione dei nostri soci ci spingono ora a continuare con questa iniziativa, a distanza o, se possibile, presenti fisicamente. Il progetto ha anche una sigla realizzata assieme ai ragazzi dell’orchestra giovanile Marche Music college, che, guidati dal maestro Alessandro Marra, hanno realizzato un video sulle note della colonna sonora del film “La vita è bella”. Il video, pensato come momento di svago durante la quarantena, è dedicato al personale medico-sanitario, infermieri, Protezione civile, ricercatori e tutti coloro che combattono in prima linea per far fronte all’emergenza Covid–19».