Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Truffa delle case-vacanza: in carcere un 41enne di Osimo

Nei suoi confronti sono state eseguite sentenze di condanna dei tribunali di Ancona, Piacenza e Milano per tutti i reati commessi prima e dopo il 2007 e fino al 2013. Il suo "caso" anche alle "Iene"

OSIMO – È stato portato a Montacuto per scontare quattro anni e otto mesi di reclusione il 41enne osimano che si è macchiato di diversi reati per truffa aggravata. Era stato sottoposto alla sorveglianza speciale.

Ieri, 16 ottobre, è stato fermato mentre passeggiava per le vie di Osimo dai carabinieri della stazione locale. In carcere ci è finito in esecuzione di un provvedimento per pene concorrenti emesso il 4 ottobre scorso dalla Procura del tribunale di Milano. Nei suoi confronti sono state eseguite sentenze di condanna dei tribunali di Ancona, Piacenza e Milano per tutti i reati commessi prima e dopo il 2007 e fino al 2013.

Aveva collezionato tante denunce per aver pubblicato online annunci fake (falsi) di case vacanze, di fatto inesistenti, chiedendo però le caparre, tanto da guadagnarsi l’appellativo di “signore delle truffe”. Era finito anche in televisione: “ricercato” dalla trasmissione “Iene” per le viuzze di Osimo e nel reportage realizzato da “La vita in diretta”.

Tempo fa si era reso irreperibile dopo aver incassato migliaia di euro di caparre per l’affitto di ville e appartamenti disponibili anche per il periodo estivo sia nell’osimano che nella Riviera del Conero.

Le persone che l’avevano pagato, ignare, pensavano di aver individuato la casa dei loro sogni per trascorrere le vacanze e non solo. Il raggiro è andato avanti per mesi e le denunce sono arrivate una di seguito all’altra da residenti in varie città d’Italia.