Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

“Vertical night” ad Osimo, è successo tra le polemiche

Il centro storico è stato preso d’assalto dai giovani che con entusiasmo hanno partecipato all'evento musicale. Poche mascherine e assembramenti però hanno scatenato malumori

La "Vertical night" in piazza Marconi
La "Vertical night" in piazza Marconi

OSIMO – Il centro storico è stato preso d’assalto dai giovani. È stato un successo, quello di sabato 18 luglio, per la “Vertical night”, che ha animato il centro a Osimo.

Dalle 18 a mezzanotte diversi dj si sono alternati in consolle dalle finestre e dai balconi dei palazzi del centro storico: si è ballato per tre generi diversi in piazza Boccolino (con la musica dal palazzo comunale), in piazza Marconi con i dj dal balcone del teatro e in piazza Dante dal balcone di palazzo Gallo.

I dj dai balconi

L’entusiasmo del sindaco Simone Pugnaloni presente con tutta la Giunta: «Osimo, i giovani, la movida. Che serata, grazie a tutti. Un grazie speciale alla Asso, alla Polizia locale, alle forze dell’ordine ed a tutti i volontari di Protezione civile. Un ringraziamento speciale all’assessore alla Cultura Mauro Pellegrini e all’assessore alla Pubblica istruzione Alex Andreoli che hanno curato tutta l’organizzazione. Che squadra».

Le polemiche non sono mancate però, soprattutto sul caso degli assembramenti e sulle mascherine (poche quelle indossate). Monica Santoni di Osimo civica dice: «Nonostante il mio lavoro mi abbia vista in prima linea all’ospedale di Torrette contro il Coronavirus credo che sia giusto e indispensabile tornare alla vita normale, ma a piccoli passi, soprattutto con il buon senso, quel buon senso che sembra essere mancato ieri sera anche nel fare l’evento stesso. Penso, e forse sbaglio, che in questo periodo storico certi eventi non dovrebbero essere concessi anche alla luce del fatto che prevedono la presenza di molte persone. A chi dice che non è colpa di chi concede o organizza, ma di chi ci va rispondo che è una stupidaggine».

Aldilà delle polemiche, le forze dell’ordine non hanno segnalato casi particolari di trasgressione.