Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo Stazione, i residenti chiedono sicurezza e misure contro i fenomeni alluvionali

Il comandante della Municipale Daniele Buscarini ha presentato i dati relativi ai controlli effettuati nella frazione dalla fine del lockdown ad oggi e il sindaco Simone Pugnaloni ha annunciato le vasche di espansione

Osimo Stazione
Osimo Stazione

OSIMO – I controlli da parte delle forze di polizia a Osimo Stazione ci sono e non solo per l’emergenza Covid ma i cittadini chiedono di più e che il presidio fisso della frazione sia potenziato. La statale 16 infatti, che taglia in due il quartiere più grande di Osimo, è di passaggio per migliaia di veicoli a ogni ora del giorno e della notte, diretti ad Ancona e verso il maceratese a sud. Durante il Consiglio di quartiere di Osimo Stazione – Abbadia, il comandante della Municipale Daniele Buscarini ha presentato i dati relativi ai controlli effettuati nella frazione dalla fine del lockdown ad oggi: 128 i veicoli controllati, 73 i controlli nel quartiere, 45 i verbali di contestazione, otto veicoli senza revisione, 11 senza assicurazione e in totale sono state sei le persone trovate alla guida in stato di ebbrezza. «Numeri che dimostrano una presenza puntuale sul territorio, controlli che con l’assunzione dei sei nuovi agenti prevista nei prossimi due anni saranno sempre più assidui e che permetteranno la creazione di apposite pattuglie dedicate alle frazioni di Osimo – dice Buscarini -. Inoltre, come già successo nei mesi scorsi, l’ufficio distaccato della Polizia locale di Osimo Stazione sarà utilizzato come base di appoggio per i controlli interforze sulla statale 16».

Altra problematica della frazione è quella legata agli alluvionamenti che colpiscono il suo centro. «Attualmente il Comune sta lavorando a ispezionare le griglie di scolo. L’ufficio tecnico si confronterà anche con l’Anas per verificare se ci sono possibilità di deviare il traffico in caso di forti piogge», ha detto l’assessore alla Polizia Federica Gatto. Il sindaco Simone Pugnaloni ha annunciato: «Per le vasche di espansione ci siamo, il progetto esecutivo è pronto e ci sarà la gara entro Natale, massimo per i primi mesi dell’anno. Mi è stata presentata la prima parte dello studio per le caditoie che dovrà proseguire per conoscere in maniera analitica il sottosuolo e trovare definitivamente la soluzione all’annoso problema».

Iniziato intanto, nel primo tratto di via Fonte Magna, il processo di sostituzione e ammodernamento dei parchimetri usurati. Il primo lotto composto da quattro nuovi parchimetri è arrivato alla Osimo Servizi e sono in corso di installazione nel territorio a seconda delle esigenze tecniche e delle segnalazioni pervenute nell’ultimo anno. Il nuovo parchimetro è dotato di un piccolo pannello fotovoltaico che garantisce una maggiore durata alla batteria presente all’interno.