Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo Stazione, giù i semafori e al via la rotatoria

Tra il 9 e il 10 maggio cominceranno i lavori per uno dei più attesi interventi dalla frazione per arginare il problema dello smog. Oggi, 8 maggio, il sopralluogo del sindaco Simone Pugnaloni con la ditta T.m.g. di Sondrio per la cantierizzazione dei lavori

OSIMO – Tra domani, giovedì 9 maggio, e venerdì 10, cominceranno i tanto attesi lavori per la maxi rotatoria di Osimo Stazione. Oggi, mercoledì 8, il sopralluogo del sindaco Simone Pugnaloni con la ditta T.m.g. di Sondrio per la cantierizzazione dei lavori della nuova rotonda che prenderà il posto del quadrivio semaforico, a due passi dal Mc Donald’s, una delle opere più attese per arginare il problema dello smog che attanaglia la frazione.

Mesi fa il Comune aveva deciso di cofinanziare la maxi opera per 376mila euro e di avviare una collaborazione con l’Anas, ente proprietario della strada. Più di 800mila euro il costo per la rotonda che sostituirà il quadrivio dove ogni giorno si fermano migliaia di mezzi e che potrà far defluire meglio il traffico lungo una delle arterie più importanti della città. Proprio lì per alcuni mesi, in collaborazione con l’Arpam, il Comune aveva collocato una centralina mobile per rilevare i valori di inquinanti nell’aria,  che in alcuni lassi di tempo avevano superato il limite.

Il consigliere di maggioranza Giorgio Campanari: «Partiranno i lavori per sostituire l’incrocio semaforico di Osimo Stazione con una rotatoria, richiesta da oltre 20 anni. Oggi è un giorno speciale, emozionante, uno di quei giorni in cui capisci che impegnarsi per la propria comunità ha un senso. Ringrazio Sindaco, Giunta e Consiglieri che hanno creduto nell’importanza di quest’opera che migliora la viabilità della città e ne hanno sostenuto, con forza, la realizzazione. Mi scuso con loro se sono stato troppo pressante sul tema ma penso che chi si propone di essere rappresentante dei cittadini debba fare di tutto per raggiungere gli obiettivi e vivere giorni come questo».