Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, al via lo screening di massa al Palabaldinelli

Sarà effettuato nelle giornate del 24, 25 e 26 gennaio e coinvolgerà anche i cittadini di Filottrano, Camerano, Polverigi, Agugliano, Santa Maria Nuova e Offagna. A dare l’annuncio il sindaco Simone Pugnaloni

OSIMO – Al Palabaldinelli di Osimo lo screening di massa sarà effettuato nelle giornate del 24, 25 e 26 gennaio e coinvolgerà i cittadini dei Comuni di Osimo, Filottrano, Camerano, Polverigi, Agugliano, Santa Maria Nuova e Offagna. A dare l’annuncio è stato proprio il sindaco Simone Pugnaloni. Il primo cittadino è risultato positivo al Covid, le sue condizioni sono nettamente migliorate ma dovrà stare in isolamento a casa fino al 5 gennaio.

«Le modalità di prenotazione saranno comunicate nei prossimi giorni dopo aver effettuato un sopralluogo operativo con Asur e Protezione civile al palasport», spiega. Potranno essere sottoposti a screening 150 utenti l’ora, per dieci ore su diverse postazioni da organizzare con l’ausilio del perdonale sanitario e volontario. Già dall’annuncio della Regione Marche, ormai un mese fa, Osimo si è detta pronta e in prima linea per quanto riguarda tutto quello che serve per l’attività di screening, sia in fatto di luoghi, spazi, che di uomini.

L’aggiornamento anche dal sindaco di Castelfidardo Roberto Ascani: «Nell’ultima settimana di gennaio anche nel nostro territorio si potrà prenotare il tampone gratuito. Rimane soltanto da decidere se la sede sarà Castelfidardo o Loreto ma l’importante è che l’adesione sia la più alta possibile, maggiore di quella avuta nelle città capoluogo. Questo per un semplice motivo: le poche centinaia di persone trovate positive erano quasi totalmente asintomatiche e questo consente di ridurre fortemente l’indice di contagio. Purtroppo in questa seconda ondata un altro cittadino di Castelfidardo ha perso la vita prematuramente a causa del Covid, a soli 65 anni. Il mio pensiero va a tutte le persone che purtroppo hanno perso la vita per qualsiasi ragione e a quelle che stanno soffrendo più del previsto proprio a causa di questa emergenza sanitaria. Spero francamente che ognuno di noi nel 2021 non si affidi unicamente al vaccino o alle proprie forze ma piuttosto abbiano maggiore fiducia. Fiducia nel futuro, fiducia nei nostri cari ma soprattutto di chi non conosciamo, fiducia nelle istituzioni ma soprattutto nelle persone che ne fanno parte, fiducia in chi ci crede e non smette di sognare perché sono queste le persone che rendono il mondo migliore. D’altronde non possiamo fare a meno dell’aiuto degli altri ma non dimentichiamo mai di avere fiducia in noi stessi altrimenti nessuno si accorgerà di noi».