Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo approva il rendiconto, quasi un milione di euro per le “mancanze” da Covid

Un bilancio difficile da affrontare a causa del Covid ma con risvolti buoni. L’avanzo di amministrazione ammonta a due milioni di euro. Ecco le proposte di Campanari, presidente del Consiglio

Il Consiglio in videoconferenza
Il Consiglio comunale di Osimo in videoconferenza

OSIMO – Nell’ultimo Consiglio comunale di maggio ieri, lunedì 31, Osimo ha approvato il rendiconto. Un bilancio difficile da affrontare a causa del Covid, con le minori entrate che pesano dal 2020, pari a diverse migliaia di euro, ma con risvolti buoni. L’avanzo di amministrazione ammonta a due milioni di euro.

«In particolare ci sono 861mila euro per interventi di manutenzione e verde, arredo urbano e attrezzature ludiche, strade, marciapiedi, fognature, se possibile tramite affidamenti diretti per accelerare i tempi di esecuzione – ha spiegato il sindaco Simone Pugnaloni -. 265mila euro di avanzo libero saranno destinati a garantire gli equilibri di bilancio di parte corrente, tenendolo come riserva». Il grosso, 981mila euro di fondone statale, andrà in parte a compensare eventuali mancate entrate dovute al Covid (gettito inferiore ad esempio di Irpef e Canone unico patrimoniale) ed in larga parte sarà destinato a progettualità a sostegno di settori in difficoltà per il lockdown.

«Oltre al fondone, il Comune ha anticipato soldi per un milione di euro rinegoziando i mutui», ha specificato l’assessore al Bilancio Mauro Pellegrini. È decaduta poi la causa intentata al Tar dalla Fondazione Recanatesi su un risarcimento danni perché presentata tardivamente. La casa di riposo aveva chiesto 620mila euro per il presunto ritardo nell’evadere una pratica di autorizzazione nel 2018.

Per quanto riguarda gli investimenti, l’avanzo si è dimezzato rispetto a quello del 2019, da un milione e 553mila e 171 euro a 861mila e 419 euro: le previsioni di spesa per gli investimenti del 2020 quindi sono state quasi tutte mantenute, riuscendo a svolgere appalti e realizzare opere, senza rinviarle all’anno successivo con relativo avanzo di bilancio. Serviranno bandi adesso per elargire contributi in ambito sociale, ad esempio a famiglie con Isee più bassi e con difficoltà occupazionali o a settori in crisi come quello produttivo, ristorativo o le associazioni sportive. L’obiettivo sarà anche quello di destinare una parte delle risorse in attività di protezione civile, sicurezza e digitalizzazione dei servizi comunali che risultano fondamentali nella gestione pandemica.

Le proposte per Osimo

Tre le proposte poi portate dal presidente Giorgio Campanari all’approvazione del Consiglio. A spiegarle è stato proprio lui: «Il Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi sarà un importante strumento di educazione civica per le nuove generazioni, un mezzo per favorire l’integrazione ed il senso di appartenenza alla comunità, per prendere coscienza dei diritti e doveri, per partecipare attivamente e responsabilmente alla vita cittadina. Prevede l’elezione di un minisindaco e un miniconsiglio, avrà poteri consultivi e propositivi su tematiche quali Ambiente, Politiche giovanili, Sport e tempo libero, Scuola. Poi con l’adesione alla carta europea dei diritti delle donne nello sport, ribadiamo l’impegno a combattere le barriere culturali ancora presenti, contro ogni discriminazione che metta ancora in discussione il diritto di praticare sport, a livello professionistico o dilettantistico, con pari opportunità per tutti, indipendentemente dal sesso, dalla razza, dall’età, dalla disabilità, dalla religione, dalla nazionalità, dall’orientamento sessuale e dal contesto sociale o economico. Da ultimo la cittadinanza onoraria al Milite ignoto è l’occasione per rinnovare la memoria e la riconoscenza a tutti i caduti della Prima guerra mondiale. Ringrazio il gruppo delle medaglie al valore militare d’Italia, promotore dell’iniziativa».