Osimo, il Presepe anche a Pasqua con una mostra

Un'esposizione voluta dai Comuni di Osimo e Loreto e dalla Cna di zona Sud di Ancona: «Qualità e manualità artigiana locale, con una produzione di alto livello, evidente dalle splendide statue»

Da sinistra: l'assessore al Turismo di Loreto Fausto Pirchio, il presidente della Cna di zona Sud di Ancona Marco Tiranti e Conad
Da sinistra: l'assessore al Turismo di Loreto Fausto Pirchio, il presidente della Cna di zona Sud di Ancona Marco Tiranti e Conad

OSIMO – La Cna di zona Sud di Ancona e i Comuni di Osimo e Loreto hanno organizzato una mostra di presepi pasquali visibili fino al 28 aprile al centro commerciale Conad di Osimo. I diorami a sfondo religioso sono stati realizzati nel 2016 con il contributo fondamentale di Pro loco di Loreto, Centro turistico giovanile e Comune di Loreto all’interno del progetto “Cammini lauretani”.

«Il Comune di Loreto ha realizzato queste scene per legare ancora di più l’immagine sacra alla città di Loreto – dice Fausto Pirchio, assessore al Turismo loretano –. Un progetto nato grazie al “Distretto culturale evoluto” e al progetto dei “Cammini lauretani”, teso a promuovere la nicchia artigiana che opera in questo contesto. Questa è una delle prime tappe che vorremmo realizzare insieme a Cna nella Valmusone per valorizzare il patrimonio del nostro Comune».

«Il settore della modellistica e statuaria natalizia è rappresentata nel distretto della Valmusone da poche ditte. Cna e Comune di Loreto hanno in questi anni cercato di far crescere il settore con numerose iniziative, anche tese a destagionalizzarlo – dichiara il presidente della Cna di zona Sud di Ancona Marco Tiranti –. Purtroppo anche questa piccola nicchia di mercato ha sofferto pesantemente la crisi degli ultimi anni, riducendo ancora di più la presenza numerica di imprese operanti nel settore. Per tale ragione la Cna gli enti pubblici hanno cercato di organizzare questo evento, per far crescere l’amore verso questo prodotto fortemente legato alla nostra cultura popolare.

C’è la necessità di rafforzare la tradizione del presepe di qualità, cercando di far crescere la domanda di statuine e scenografie strutturate e realistiche in tutti i periodi dell’anno. Nel nostro distretto infatti c’è una produzione di statuine elettromeccaniche e di effetti scenici. Siamo di fronte a una nicchia dell’artigianato artistico che dobbiamo preservare. In questa mostra è visibile la qualità e la manualità dei nostri artigiani, una produzione di alto livello, evidente dai volti delle splendide statue e dai meccanismi elettromeccanici».

Il progetto è stato realizzato grazie al contributo di Bcc di Filottrano, Conad Osimo e Asso.