Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, presentata la nuova gestione della piscina

Open day per far conoscere alle famiglie la struttura semi rinnovata che ripartirà la prossima settimana. La conferenza stampa con il sindaco Pugnaloni ha dipanato i dubbi delle ultime settimane

Da sinistra: il vicesindaco Paola Andreoni, il sindaco Simone Pugnaloni, il presidente della Team Marche Mirco Santoni, Luca Carbonari e Marco Mancini
Da sinistra: il vicesindaco Paola Andreoni, il sindaco Simone Pugnaloni, il presidente della Team Marche Mirco Santoni, Luca Carbonari e Marco Mancini

OSIMO – Dopo sette mesi di stop la piscina comunale sta per riaprire. Sabato 19 settembre dalle 9 alle 18 open day per le iscrizioni e la visita, la prossima settimana si entrerà in acqua.

«Grazie all’impegno del Team Marche vincitore del bando, ho mantenuto la promessa che a settembre si sarebbe tornati in piscina», ha detto il primo cittadino Simone Pugnaloni stamattina (15 settembre) in conferenza stampa nella sala Vivarini del Comune con il gruppo che gestisce l’attività agonistica e amatoriale e che punta a riaprire tra mercoledì (23) e giovedì, salvo imprevisti, e comunque entro il mese. «Oltre ad averci fatto risparmiare quasi centomila euro per la gestione dei prossimi tre anni, effettuerà subito un’opera di restyling dei locali piscina – ha continuato il sindaco -. Il risparmio da bando pari a 80mila euro per il Comune, lo reinvestiremo per migliorare la piscina. A ottobre inizieranno i lavori del fotovoltaico per un nuovo impianto da circa 70 kw, opera di efficientamento energetico che permetterà risparmi nelle utenze finali».

La gestione era finita al centro del dibattito anche politico in città dopo che il primo bando era stato annullato e il secondo riproposto dopo la fase 1 dell’emergenza a maggio. I tempi si sono naturalmente allungati, l’estate è passata nel silenzio mentre l’aggiudicazione definitiva è andata alla Team Marche (che gestisce già gli impianti di Jesi e Moie) sugli altri due che si sono presentati, tra cui la vecchia gestione Team Osimo nuoto.

Sul fronte misure anti Covid, la società è rodata dagli altri due impianti riaperti: il protocollo prevede l’accesso con le mascherine, uscite contingentate, non più di sette per corsia e due metri di distanza. La Team intende anche assumere tecnici ed amministrativi che lavoravano nell’impianto, in larga parte osimani, per mantenere inalterati i livelli occupazionali e creare nuove posizioni. Le tariffe rimarranno le stesse, con un lieve aumento negli ingressi singoli e un ribasso per gli abbonamenti, con il 15 per cento di sconto per il secondo componente della famiglia, 35 per il terzo e 50 per il quarto.

«Si parte subito con la scuola di nuoto, le attività per disabili e il libero, poi il nuoto sincronizzato e tutte le altre attività. Abbiamo acquistato nuove attrezzature», ha detto il presidente della Team Marche Mirco Santoni. «Il progetto disabili sarà riproposto e anzi implementato», ha aggiunto il tecnico Luca Carbonari accanto a Marco Mancini. Presente anche il vicesindaco Paola Andreoni che aveva incontrato le famiglie dei disabili: «Siamo soddisfatti per la disponibilità della società, risponde alle esigenze dei ragazzi e alle aspettative delle famiglie. In piedi il progetto per far usare la piscina alle scuole di mattina».