Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, il Piano di edilizia scolastica riparte tra nuovi plessi e ristrutturazioni

Partiranno a giorni altri due interventi, quello da 30mila euro per la sostituzione di tutti gli infissi della scuola materna di Abbadia, e da 40mila euro per il trattamento della facciata esterna esposta a nord della scuola elementare “Marta Russo”

L'inizio della scuola a Osimo
L'inizio della scuola a Osimo

OSIMO – Sta facendo il punto sul Piano di edilizia scolastica tra nuovi plessi e ristrutturazioni l’amministrazione comunale di Osimo. Sono partiti infatti i lavori di manutenzione straordinaria da 60mila euro alla scuola materna Fornace Fagioli per il rifacimento della pavimentazione del piano terra e per la creazione di un solaio areato che consenta di superare i problemi relativi all’umidità. Il plesso era stato già oggetto di un intervento di ristrutturazione del piano superiore due anni fa. Partiranno poi a giorni altri due interventi, quello da 30mila euro per la sostituzione di tutti gli infissi della scuola materna di Abbadia e quello da 40mila euro per il trattamento della facciata esterna esposta a nord della scuola elementare “Marta Russo”.

La nuova primaria di Campocavallo

Sono state definite le linee guida per la costruzione della nuova scuola elementare di Campocavallo dopo che il consiglio comunale aveva deciso di uscire dal lungo iter progettuale collegato al Miur e alla Società di gestione risparmio di un fondo immobiliare compartecipato da alcuni Comuni che vinsero il bando ormai sette anni fa. «Per accelerare i tempi e sbloccare un progetto che si era arenato a Roma – spiega l’assessore alla Pubblica istruzione Alex Andreoli -, il Comune di Osimo ha deciso di impegnare a bilancio due milioni di euro per la realizzazione con fondi propri del plesso nell’area di Campocavallo lungo via Jesi (di fronte al distributore di benzina, nda) che venne acquistata nel 2015 dall’Istituto Campana per l’istruzione permanente. Entro il 20 luglio il dirigente competente conferirà l’incarico al consulente esterno per realizzare entro ottobre il progetto definitivo che, una volta approvato, consentirà di contrarre il mutuo e poi portare in consiglio comunale il progetto esecutivo a fine 2021». L’appalto quindi verrà pubblicato il prossimo anno, una volta ottenute tutte le autorizzazioni del caso. Decisi alcuni cambiamenti da apporre al progetto e che potrebbero richiedere un aumento dell’investimento. In particolare si vuole aumentare l’area destinata alla palestra scolastica per raggiungere tutti gli standard richiesti dal Coni per la pratica pomeridiana dell’attività da parte delle associazioni sportive. Sarà prevista inoltre anche un’aula magna per attività anche teatrali. Confermate le aule didattiche ordinarie (dieci per ospitare due sezioni) e speciali per le attività laboratoriali e di segreteria. All’esterno, di fronte alla scuola, si vorrebbe realizzare una sorta di piazza didattica, adiacente al parcheggio di servizio.

La variazione di bilancio

Approvata una variazione di bilancio per gli investimenti, applicando le risorse emerse dall’avanzo d’amministrazione 2020 o rimodulando le fonti di finanziamento già previste. Nello specifico sono stati aggiunti al Piano delle opere pubbliche triennale 45mila euro per i nuovi bagni ai giardini pubblici di piazza Nuova, centomila euro per la manutenzione straordinaria delle scuole materne, 40mila euro per manutenzioni alla scuola elementare Marta Russo, 200mila euro per il miglioramento sismico della chiesa di San Silvestro, 160mila euro per la ristrutturazione dei locali sotto alla Nuova Fenice dove, con contributo regionale da 350mila euro, sarà realizzato il Ridotto del teatro. Ci sono poi 40mila euro aggiuntivi per la manutenzione di campetti polivalenti e aree ludiche di quartiere, 70mila euro per l’adeguamento antincendio alla palestra di Osimo Stazione, 90mila euro per acquisto attrezzatura per le aree ludiche, 20mila per manutenzione del verde pubblico, 25mila per manutenzione ai giardini di piazza Nuova, 25mila per il parco urbano di Osimo Stazione con nuovo percorso pedonale, 240mila euro per manutenzione di strade e marciapiedi.

Approvata anche una modifica al global service con la Osimo Servizi. Nei prossimi sei anni il Comune integrerà di 30mila euro, equivalente ad un più cinque per cento, il corrispettivo che annualmente versa alla società, che in cambio prenderà in gestione nuovi servizi. Circa 15mila euro serviranno per conferirgli la manutenzione completa di ogni impianto semaforico di Osimo, che in caso di danni o guasti potranno essere prontamente ripristinati. Il restante aumento di corrispettivo servirà a riequilibrare il contratto di servizi in virtù delle novità sopraggiunte negli ultimi anni, come l’automatizzazione completa del maxiparcheggio. A breve è atteso inoltre il cantiere per realizzare l’ascensore esterno al maxipark per l’abbattimento delle barriere architettoniche, in modo da rendere fruibili anche il primo e secondo piano della struttura alle persone con difficoltà motorie.