Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, parte il piano asfalti: in arrivo 400mila euro

Nel 2020 inizieranno i lavori nelle strade ritenute prioritarie dopo i sopralluoghi effettuati, dedicando il budget ai tratti più bisognosi di manutenzione

OSIMO – «Nella delicata situazione del bilancio attuale, con carenze di liquidità e tante opere da fare, si temeva che fosse impossibile portare avanti l’importantissimo “piano asfalti”, che avrebbe rimesso a nuovo le strade che necessitano di manutenzione. La buona notizia invece è che sono in arrivo 400mila euro per la manutenzione straordinaria delle strade, grazie all’impegno dell’assessore ai lavori pubblici Flavio Cardinali, permettendo l’apertura di almeno tre cantieri cruciali nel territorio osimano». Lo afferma Michele Feliciani, consigliere di maggioranza di Energia nuova. Nel 2020 quindi partiranno i lavori nelle strade ritenute prioritarie dopo i sopralluoghi effettuati, dedicando il budget ai tratti più bisognosi di manutenzione.

Strade come via Montegalluccio, che da San Biagio sale a Santo Stefano, oppure la zona tra le vie Adige e Ticino a Padiglione, hanno mostrato le carenze maggiori. Di rilevo anche l’incrocio tra via Colombo e via Tiziano, oltre a via Fontemurata. Le vie monitorate non si concludono qui, riguardano anche altre frazioni e, come spiegato dal sindaco Simone Pugnaloni, dopo la variazione al bilancio in consiglio Comunale si punta a dare lavoro alle ditte già da settembre, con tempistiche che dipenderanno dall’entità dell’intervento.

Nel contempo sono ripresi alcuni cantieri in città. Il più grande è quello dell’ex cinema Concerto in pieno centro. È stato gettato il cemento per fare il nuovo pavimento e nei prossimi giorni verranno lavorate le parti di carpenteria metallica. Dopo il blocco del cantiere per oltre due mesi dovuto al Covid-19 infatti, da qualche settimana gli operai sono tornati al lavoro in piazzetta San Giuseppe, nello storico immobile accanto alla basilica di San Francesco dei frati minori conventuali, che hanno voluto comprare l’ex cinema e i locali dell’ex banda cittadina per ampliare i propri confini.