Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Padiglione, riparte l’incompiuta. Al via i lavori del by pass

Il nuovo tratto di strada dovrà essere pronto in tempo per l'arrivo della tappa del Giro d'Italia il 16 maggio. Per accelerare i lavori si apriranno due cantieri. L'opera verrà finanziata con parte del ricavato della vendita di Astea Energia

Il cantiere della strada di bordo
Il cantiere della strada di bordo

OSIMO – Oggi ripartiranno i lavori del by pass del Padiglione, nel tratto tra via Montefanese e via Linguetta davanti la nuova sede della Lega del Filo d’Oro, inaugurata lo scorso 1° dicembre. Ad annunciarlo il sindaco Simone Pugnaloni dopo averlo anticipato lo scorso mese nella tradizionale conferenza di fine anno della Giunta.

I TEMPI DI REALIZZAZIONE
La durata dei lavori sarà necessariamente breve, visto che il nuovo tratto di strada dovrà essere pronto in tempo per l’arrivo della tappa del Giro d’Italia, fissata per il prossimo 16 maggio. La carovana rosa passerà infatti davanti la nuova sede del Filo d’Oro, prima di arrivare al traguardo finale allestito in Piazza del Comune. Per accelerare i lavori si apriranno due cantieri, uno all’altezza dell’incrocio con via Montefanese e l’altro a valle da via Jesi, dove verrà realizzata una rotatoria che metterà in collegamento le due strade. Ed è probabile che in previsione del Giro, la città si rifarà il trucco con altri lavori di manutenzione e asfaltature, per farsi trovare pronta all’appuntamento.
L’ampliamento di via Linguetta rappresenta uno dei tratti stradali del cosiddetto by-pass del Padiglione, che dovrà decongestionare la frazione osimana dal traffico pesante.

I COSTI DELL’OPERA
Il primo tratto di strada costerà oltre 700 mila euro e verrà finanziato interamente dal Comune con una parte dei soldi ricavati dalla vendita del 70 per cento delle quote di Astea Energia alla Sgr Rimini. I lavori sono fermi dal 2013 per via delle difficoltà finanziarie della Cosmo, la ditta che avrebbe dovuto completare l’opera a scomputo degli oneri di urbanizzazione dovuti per la lottizzazione del centro commerciale Le Coccinelle. Dopo il fallimento della Cosmo e l’impossibilità di escutere la fideiussione, il Comune ha deciso di finanziare a proprie spese il completamento dell’opera.