Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo modifica il regolamento del Consiglio comunale: è scontro

Le Liste civiche all'opposizione accusano la maggioranza di voler mettere il bavaglio al Consiglio comunale, il Pd replica che la modifica serve a colmare le lacune

Una seduta del Consiglio comunale di Osimo
Una seduta del Consiglio comunale di Osimo

OSIMO – Si riunisce oggi, lunedì 13 novembre, la Commissione consiliare di Osimo per lavorare alla modifica del regolamento comunale. Una decisione presa dalla maggioranza che però non va giù a parte dell’opposizione.
Il gruppo consiliare delle Liste civiche attacca: «Non avendo più la maggioranza vogliono mettere il bavaglio al Consiglio comunale, riducendo gli spazi di democrazia e di discussione utilizzati dall’opposizione a difesa dei cittadini. La presidente del Consiglio ha indetto una modifica del regolamento del consiglio comunale che, con pretesti di copiare qualche altra città, ha lo scopo di non consentire più o quasi all’opposizione di intervenire sugli atti di indirizzo e controllo del Comune e sulla possibilità di modificare, con emendamenti durante la discussione in aula, il testo delle proposte di delibere. Da classico regime in difficoltà essendo incapaci al dialogo vero, presi come sono da una continua campagna elettorale populista, cercano di soffocare le istanze che emergono dagli altri rappresentanti eletti in consiglio comunale ricorrendo a mezzucci formali che mostrano la miseria politica di chi li propone. A nulla vale che il termine per la consegna delle delibere sarà di 72 ore e non di 48 perché la gravità dei tagli su emendamenti, commissioni, atti di indirizzo politico amministrativo evidenzia palesemente una censura alla democrazia consiliare tanto ingiustificata quanto necessaria all’attuale regime che gestisce la città. Oggi, per coprire il vuoto assoluto della maggioranza, si va per colpi di mano sempre più brutali e lesivi della dignità dell’intero Consiglio».

La replica del gruppo consiliare del Pd alla maggioranza: «Comprendiamo ancora una volta quanto i “civici” siano irrispettosi della Sala Gialla dove in teoria sarebbero stati eletti per rappresentare i cittadini. Sono stati assenti per mesi e mesi e adesso vorrebbero venire a darci lezioni di democrazia. Il regolamento del Consiglio comunale di Osimo ha bisogno di essere modificato perché presenta lacune evidenti e anche alcune contraddizioni, abbiamo sempre detto che ci si doveva mettere le mani. La verità è che qualche settimana fa si sono incontrati i capigruppo con la Presidente del Consiglio e insieme hanno lavorato ad alcune proposte di modifica. Assenti Antonelli delle Liste civiche (come spesso accade) e Pasquinelli di “Territorio e comunità”. L’incontro è stato proficuo e sono state formulate alcune proposte interessanti che adesso dovranno essere discusse, nella competente Commissione Consiliare, dai rappresentanti di maggioranza e opposizione che, insieme, lavoreranno a un testo condiviso da portare al prossimo Consiglio Comunale. Tranquillizziamo quindi le Liste civiche che a Osimo non c’è nessun regime in difficoltà e nessuna dittatrice che presiede il civico consesso ma una maggioranza che vuole lavorare insieme alle opposizioni a regole condivise e chiare, da scrivere insieme, per poi potersi confrontare meglio sulle diverse politiche e soluzioni che abbiamo per gli osimani. Se le Liste civiche partecipassero, come fanno le altre opposizioni, lo saprebbero».