Osimo, inseguimento da film: ritrovato il mezzo e denunciato l’uomo al volante

I vigili urbani l’hanno trovato in un posto nascosto alla vista nelle vicinanze della residenza dell’uomo, che si era dato alla fuga ieri (8 aprile) da Osimo fino ad Ancona. Denunciato per guida senza patente e resistenza a pubblico ufficiale

L'auto sequestrata
L'auto sequestrata

OSIMO – È stato trovato oggi, 9 aprile, il mezzo dell’uomo che si era dato alla fuga ieri da Osimo fino ad Ancona. I vigili urbani l’hanno trovato in un posto nascosto alla vista nelle vicinanze della residenza dell’uomo, C.E., le iniziali, denunciato per guida senza patente e resistenza a pubblico ufficiale. Gli saranno anche comminate le sanzioni per tutte le infrazioni commesse durante la fuga. Il mezzo è stato sequestrato e affidato alla depositeria autorizzata.

Questi i fatti: C.E., l’osimano 32enne con patente di guida revocata e problemi di tossicodipendenza che il 21 marzo dell’anno scorso si era reso protagonista di una fuga rocambolesca tra Osimo e Castelfidardo, è stato individuato ieri da una pattuglia della municipale in servizio in via Montefanese. Il “police control” ha segnalato il veicolo che stava guidando, una Citroën C2, era privo di copertura assicurativa e di revisione. L’auto è risultata anche sequestrata due mesi prima proprio per l’assenza di assicurazione. Il conducente ha messo in scena lo stesso copione dell’anno prima, accelerando e iniziando a zigzagare in mezzo al traffico alla vista della polizia. L’inseguimento a sirene spiegate si è snodato per le vie Montefanese, Aldo Moro, Gattuccio, Ungheria e Roncisvalle, poi per le vie San Valentino e Bellafiora fino a via Montegalluccio e via D’Ancona, raggiungendo la Baraccola e l’Uci cinema. In via Filonzi l’hanno perso di vista. Durante il tragitto è stato costante il contatto con la Centrale operativa che si è messa immediatamente in contatto con le centrali operative di Carabinieri, Commissariato di Osimo e Questura di Ancona che hanno fatto convergere sul posto le rispettive pattuglie. Molte sono state le occasioni in cui si è sfiorato l’incidente.