Osimo, inaugurato il nuovo tratto di pista ciclabile a Campocavallo

Taglio del nastro stamattina, 6 aprile, il nuovo tracciato che mette in sicurezza il cammino tra il parco “Verde energia” e l’anello Girardengo. Nel contempo ha riaperto anche il ponte della Sbrozzola

Il taglio del nastro della pista ciclabile
Il taglio del nastro della pista ciclabile

OSIMO – Inaugurato stamattina, 6 aprile, il nuovo tratto di pista ciclabile a Campocavallo di Osimo che mette in sicurezza il cammino tra il parco “Verde energia” e l’anello Girardengo. Per tutti gli appassionati però il futuro è ancora più verde.

La passeggiata ecologica
La passeggiata ecologica

«Il sogno da realizzare insieme è collegare Campocavallo alla zona Vescovara, a Passatempo e al mare – ha detto il sindaco Simone Pugnaloni al taglio del nastro assieme alla Giunta e a tanti osimani che hanno voluto partecipare anche alla passeggiata ecologica organizzata -. La Vescovara e il parcheggio MaxiCoal a Passatempo rappresentano per famiglie, sportivi e turisti che giungono in città un punto importante per parcheggiare auto, moto e caravan. Di lì si potrà partire a piedi, in bici elettriche e non per una bella passeggiata con spensieratezza lungo lo straordinario scenario naturalistico e a tradizione contadina della nostra città». Due sono i progetti “green” che si stanno concretizzando: la Ciclovia del Musone con il sostegno dei fondi strutturali della Regione Marche e in parte con i fondi comunali che potrebbe diventare realtà, e la Ciclovia Adriatica che passando per Osimo Stazione collegherà Falconara al mare, per cui il tratto osimano è stato già finanziato per 60mila euro con fondi strutturali della Regione e breve partirà la gara.

Stamattina ha riaperto anche il ponte della Sbrozzola, il cavalcavia che collega Osimo a Camerano, chiuso a livello precauzionale dal 7 febbraio scorso. L’esito della prova di carico di martedì scorso, 2 aprile, sul cavalcavia è stato buono. Il transito è consentito e limitato ai mezzi fino a 35 quintali: seguirà una verifica sismica e statica più accurata, sulla base della quale si deciderà quali interventi strutturali effettuare sul ponte per riaprirlo anche al traffico pesante.