Osimo, inaugurato il centro didattico astronomico

La novità assoluta per il Centro Italia, il centro didattico astronomico “Ad astra”, è stato inaugurato ieri, 4 ottobre, a palazzo Campana di Osimo. Promosso dall’Istituto Campana e da Nemesis planetarium, associazione di astronomi e astronome marchigiane che si occupa della diffusione della ricerca astronomica, il progetto ha ottenuto un importante contributo dalla Fondazione Cariverona

L'inaugurazione del centro
L'inaugurazione del centro

OSIMO – È possibile viaggiare nello spazio in prima persona grazie ai visori della realtà virtuale CosmoExperience, scoprire i pianeti e gli altri corpi celesti con l’affascinante Sfera planetaria, osservare il Sole con il telescopio solare ed essere i primi a passeggiare su Marte.

La novità assoluta per il Centro Italia, il centro didattico astronomico “Ad astra”, è stato inaugurato ieri, 4 ottobre, a palazzo Campana di Osimo. Promosso dall’Istituto Campana e da Nemesis planetarium, associazione di astronomi e astronome marchigiane che si occupa della diffusione della ricerca astronomica, il progetto ha ottenuto un importante contributo dalla Fondazione Cariverona, si avvale della collaborazione scientifica del Dipartimento di Scienze psicologiche dell’Università di Chieti e ha ottenuto il patrocinio dell’Ambasciata Usa a Roma che ne ha riconosciuto l’alto valore scientifico.

«L’obiettivo è promuovere lo spazio inteso come laboratorio sia per sperimentare i concetti fondamentali della fisica, sia per promuovere una cultura scientifica diffusa creando un luogo dove grandi e piccoli possano stupirsi e riscoprire il senso dell’esplorazione non soltanto dal punto di vista astronomico ma anche con un occhio alla tecnica e all’ingegneria», spiega Molisella Lattanzi, direttrice scientifica del centro e presidente di “Nemesis planetarium”.

Una prova di visione
Una prova di visione

Il percorso è arricchito da alcune esposizioni temporanee, una mostra di francobolli dedicati all’astronomia e alle missioni spaziali, una di modellini dell’aeronautica spaziale e poi saranno esposti in anteprima alcuni volumi antichi della biblioteca storica di palazzo Campana.