Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, in partenza l’informatizzazione delle mense scolastiche

Saranno assicurati vantaggi anche per la gestione dello stesso sistema di refezione rivolto a 21 plessi scolastici. Il sindaco: «Rappresenta per la città un passaggio epocale, servizi sempre più puntuali e di maggiore qualità»

OSIMO – Da gennaio 2020 il sistema di refezione sul territorio sarà protagonista di un processo di digitalizzazione, ideato e predisposto dalla Asso, azienda speciale del Comune di Osimo, e dal municipio stesso per consentire una fruizione del servizio più agevole. Saranno assicurati vantaggi anche per la gestione dello stesso sistema di refezione, rivolto a 21 plessi scolastici, che potrà contare sullo snellimento delle procedure e quindi su una sua maggiore efficienza complessiva. La piattaforma sarà utilizzabile inoltre, ma solo a partire dall’anno scolastico 2020-2021, anche per i pagamenti.

Le famiglie che usufruiscono del servizio relativo alla mensa potranno, innanzitutto, dotarsi gratuitamente di una app, “SiMeal” per entrare nella rete del servizio. In questo modo sarà possibile loro evitare di presentarsi fisicamente negli uffici Asso, ed effettuare, da subito, l’iscrizione online. Potranno consultare i menù, verificare quelli effettivamente consumati e quando e informarsi sulla registrazione dei pagamenti, tenendosi aggiornati in tempo reale sulla situazione credito e debito nei confronti dell’ente.

Il nuovo sistema permette infine di adempiere ai passaggi burocratici in modo più snello, con una gestione complessiva agile ed una capacità di controllo più certa. L’operatore scolastico avrà a disposizione un tablet per la rilevazione e la comunicazione dei pasti al centro cottura e, sempre attraverso la strumentazione informatica, sarà possibile inserire il numero dei pasti destinati al personale, selezionare gli alunni assenti, annotare le eventuali diete leggere, trasmettere i dati raccolti al gestionale e gestire il fuori orario.

Il neo presidente di Asso Luigi Persiani ha detto: «Non appena arrivato in Asso ho compreso quali fossero le sue potenzialità e gli spazi che avrebbero potuto aprirsi dal punto di vista dell’innovazione tecnologica. Siamo quindi partiti per questa sfida tutti insieme e per questo ringrazio i collaboratori dell’azienda i quali hanno reso possibile, con il loro lavoro, la trasformazione in realtà del progetto. L’informatizzazione rappresenta il futuro e questa iniziativa ne è una concretizzazione molto significativa. Sono davvero notevoli i vantaggi insiti nell’operazione, a partire da quelli per le famiglie del territorio che potranno veder sburocratizzati e snelliti molti passaggi nei rapporti con i nostri uffici».

Presentato il nuovo sistema di gestione delle mense scolastiche a Osimo. Da sinistra: il presidente Asso Luigi Persiani, il sindaco Simone Pugnaloni e il vicesindaco Paola Andreoni
Presentato il nuovo sistema di gestione delle mense scolastiche a Osimo. Da sinistra: il presidente Asso Luigi Persiani, il sindaco Simone Pugnaloni e il vicesindaco Paola Andreoni

Il vice sindaco ed assessore con delega ai Servizi Sociali Paola Andreoni ha aggiunto: «Dal prossimo settembre le famiglie potranno veder abbassato il costo fisso per la mensa scolastica da 20 a 15 euro, con l’obiettivo per il 2021 di ridurre ulteriormente la quota a dieci. In pratica la diminuzione immediata è del 25 per cento e in prospettiva potrebbe essere del 50 per cento».

Il sindaco Simone Pugnaloni ha detto: «Il nuovo sistema informatico relativo al servizio di refezione rappresenta per Osimo un passaggio epocale. L’opera di digitalizzazione del sistema, infatti, permette alla città di essere ancora più smart e quindi in grado di offrire alla comunità servizi sempre più puntuali e di maggiore qualità».