Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, in arrivo tariffe agevolate a tutela delle famiglie in difficoltà

A queste categorie di persone, individuate facendo ricorso all’indicatore Isee, è assicurato l’accesso alla fornitura del servizio a condizioni tariffarie agevolate

Il Comune di Osimo
Il Comune di Osimo

OSIMO – A novembre a Osimo sono in arrivo misure a tutela delle utenze del servizio di gestione integrata dei rifiuti con particolare riguardo a coloro che si trovano in condizioni economico-sociali disagiate.

A queste categorie di persone, individuate facendo ricorso all’indicatore Isee il cui valore soglia per l’accesso al bonus è di ottomila e 265 euro in analogia ai criteri utilizzati per i bonus sociali relativi ai settori elettrico e gas e il settore idrico, è assicurato l’accesso alla fornitura del servizio a condizioni tariffarie agevolate.

I cittadini osimani, già beneficiari dei bonus sociale Sgate, godranno di tale riduzione per l’anno 2020 senza bisogno di fare la domanda. Sarà infatti l’ufficio dei servizi sociali a trasmettere i nomi dei beneficiari al gestore estrapolando gli utenti che ne hanno diritto alla data di esecutività della delibera del Consiglio comunale del 9 ottobre dalla banca dati Sgate. Coloro che faranno la richiesta di bonus Sgate successivamente all’inoltro dei dati da parte degli uffici, otterranno ugualmente il bonus presentando al gestore Astea o altro gestore l’attestazione di avvenuto caricamento della richiesta da parte dei servizi.

«L’amministrazione comunale rafforza così le misure di sostegno degli utenti domestici maggiormente meritevoli di tutela – spiega il vicesindaco e assessore ai Servizi sociali Paola Andreoni -. Inoltre, dato che il Comune di Osimo è virtuoso, trasmetterà telematicamente i dati, presenti nella banca dati Sgate, direttamente ai gestori».

Ad Osimo i beneficiari del bonus sociale acqua, luce e gas nell’anno 2019 risultano essere in totale 931: in particolare 323 beneficiari per la luce, 297 per il gas e 311 per il settore idrico. Nell’anno in corso, ad oggi, i beneficiari in totale sono 742: nello specifico 256 beneficiari per la luce, 238 per il gas e 248 per il settore idrico. Lo sconto del 40 per cento, da calcolarsi sulla parte variabile della tariffa, sarà proporzionato al numero dei componenti il nucleo familiare e va da 24,96 per un componente a 84,87 per sei componenti o più.