Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, il sindaco Pugnaloni chiede più scuolabus per garantire il distanziamento

L'ha fatto presente al tavolo di confronto indetto dalla Prefettura di Ancona convocato per fare il punto sullo stato dei trasporti destinati agli istituti superiori

Osimo, la scuola del Borgo
Osimo, la scuola del Borgo

OSIMO – C’era anche il sindaco di Osimo Simone Pugnaloni ieri (21 aprile) al tavolo di confronto indetto dalla Prefettura di Ancona per fare il punto sullo stato dei trasporti destinati agli istituti superiori, in vista delle riaperture delle scuole di lunedì 26 aprile a più alunni.

«Da più di un anno ormai la scuola dei nostri figli non è più la stessa – ha detto -. Lo sappiamo bene noi genitori che, ogni giorno, accompagniamo tra i banchi i loro piccoli sorrisi, nascosti dietro ad una mascherina. Noi che appoggiamo l’orecchio alle porte delle loro stanze per ascoltare cosa dice il prof al di là del pc. Noi che ogni volta, ad ogni chiusura, abbiamo dovuto spiegare perché, cercando le parole giuste, che non sempre siamo riusciti a trovare. Abbiamo una responsabilità grande verso i nostri bambini, verso i nostri ragazzi. Questi ultimi in particolare, dopo mesi di didattica a distanza, ci chiedono a gran voce, nel silenzio assordante delle loro camere, di poter tornare alla normalità. Dobbiamo fare il possibile perché questo accada, con prudenza e con saggezza».

I controlli dei volontari fuori dalle scuole osimane
I controlli dei volontari fuori dalle scuole osimane

I volontari saranno presenti ad ogni fermata dell’autobus per garantire il distanziamento e il rispetto delle regole «ma servono più mezzi – continua il primo cittadino -. Lo diciamo da tempo e, proprio perché sentiamo forte la responsabilità nei confronti di questi ragazzi, continueremo a ripeterlo. Non possiamo aprire oggi per dover richiudere domani, causa autobus affollati e nuovi contagi perché a quel punto le parole giuste per spiegarlo ai nostri figli non esisteranno più». Senso di responsabilità in primis dunque, per non vanificare i tanti sforzi fatti finora che hanno portato Osimo a scendere da un picco di 600 contagi circa ai 114 odierni, con 300 persone totali in quarantena.

Tanto si continua a fare per la didattica: il presidente del Rotary club di Osimo Pasquale Romagnoli, accompagnato da Gesualdo Angelico, assistente del Governatore, e Fulvio Fati Pozzodivalle, segretario del Rotary Osimo, hanno consegnato al dirigente dell’istituto Meucci Angelo Frisoli, alla presenza della professoressa Daniela Baffetti, referente della sede di Osimo, cinque tablet Samsung Galaxi di ultima generazione per le lezioni.