Osimo, grandi passi avanti per la viabilità

Tra gli interventi, la rotatoria sulla statale 16 in corrispondenza del centro commerciale Cargopier e la realizzazione dello snodo viario che dalla prima rotatoria di via Linguetta si collega a San Biagio

Lavori a Osimo Stazione
Lavori a Osimo Stazione

OSIMO – È volta soprattutto al miglioramento della viabilità nei punti critici di Osimo la variazione al piano triennale delle opere pubbliche approvato recentemente in consiglio comunale.

«Il contributo più significativo è quello della Regione per la nuova viabilità. Si tratta di tre milioni e centomila euro che rientrano nel piano di miglioramento della viabilità per accedere al nuovo Inrca all’Aspio, e comprendono la rotatoria sulla statale 16 in corrispondenza del centro commerciale Cargopier, il miglioramento della viabilità su via Linguetta e la realizzazione dello snodo viario che dalla prima rotatoria di via Linguetta si collega a San Biagio (all’altezza della ditta Accorroni)», spiega l’assessore al Bilancio Mauro Pellegrini.

Un investimento importante per migliorare la viabilità di collegamento tra le zone industriali di Osimo ma anche di Camerano: Comuni che gravitano sulla statale 16, e che così vedranno venir meno il traffico nei centri abitati stessi. I soldi saranno impiegati pure per la sistemazione degli asfalti e la messa in sicurezza delle arterie.

Sono terminati intanto, con operai al lavoro anche di sabato, i lavori per la maxi rotatoria a Osimo Stazione al posto del quadrivio semaforico. Dopo trent’anni di attese e 54 giorni di chiusura per i lavori, ha riaperto al traffico l’incrocio tra la statale 16 e via Flaminia I. La nuova rotatoria non è stata ancora inaugurata, in attesa delle ultime rifiniture.

Il taglio del nastro sarà a settembre dopo l’apposizione della torre faro e della segnaletica definitiva. Con un sostanziale avanzo di amministrazione è previsto anche un intervento a beneficio delle fognature di Osimo Stazione.