Osimo, al via la georadazione per cercare la villa romana di Monte Torto

Dall'Università di Gent, in Belgio, è arrivato un team di studiosi che porterà avanti grandi ricerche nell'area archeologica di Monte Torto a Casenuove. Tramite un'indagine georadar del sottosuolo si spera di trovare la villa residenziale di proprietà di epoca romana

Gli studiosi a Montetorto con sindaco e assessore Glorio
Gli studiosi a Montetorto con sindaco e assessore Glorio

OSIMO – È arrivato a Osimo un team dall’Università di Gent in Belgio e porterà avanti grandi ricerche nell’area archeologica di Monte Torto a Casenuove, recentemente riportata alla luce nella sua bellezza originaria. Saranno proprio quegli studiosi a compiere nuovi studi sul sottosuolo mediante un’indagine georadar perché sembra che, a fianco dell’area di produzione di olio e vino più importante d’Italia dopo Firenze in età romana, ci sia la concreta possibilità di ritrovare anche la villa residenziale di proprietà di epoca romana.

Per questo il sindaco Simone Pugnaloni e l’assessore al Turismo Michela Glorio si sono dati appuntamento con il dottor Stefano Finocchi della Soprintendenza e l’intero staff sul posto sabato 21 settembre. «L’amministrazione comunale presterà tutto il supporto necessario affinché l’identità cittadina possa ampliare i propri luoghi da visitare e da scoprire al circuito turistico osimano – dice il primo cittadino -, della Riviera del Conero, degli storici ed appassionati, a tutti coloro che tornando a casa dopo aver visto Osimo possano dire di aver trovato una città bella ed accogliente.

Un ringraziamento particolare all’assessore Glorio che si è spesa tantissimo con ottimi risultati per tutta la città e in questo caso per la valorizzazione di Monte Torto che abbiamo riscoperto in questi anni di amministrazione e che ci ha permesso di aumentare l’offerta turistica in città».

Tante infatti le visite guidate alla villa da primavera a oggi che hanno coinvolto turisti e scolaresche.