Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, furto alla Italpolimeri: cinque arresti

Maxi operazione dei carabinieri osimani che si è conclusa con cinque fermi di una banda di pugliesi che aveva preso di mira l'azienda alla Stazione di Osimo

Caserma dei Carabinieri di Osimo
La caserma dei Carabinieri di Osimo

OSIMO – Un commando di ladri domenica notte (24 ottobre) ha assaltato l’azienda Italpolimeri alla Stazione di Osimo che si affaccia sulla statale, accanto al centro commerciale Cargopier. Si sono diretti al reparto di produzione compiendo quello che avevano programmato. Sono riusciti a terminare un carico di diverse tonnellate di materie plastiche e poi fuggire lungo la statale 16. Volevano raggiungere l’autostrada per tornare alla base ma non è andata così perché sarebbero stati intercettati dalla vigilanza privata.

Cinque persone sono state fermate e arrestate dai militari. La loro fuga ha avuto fine nei pressi dell’imbocco per l’A14. Attorno alle 2 i militari hanno bloccato tre tir nei pressi del casello autostradale di Ancona sud con la refurtiva, recuperata. Sono tutti originari del foggiano quegli individui, pendolari del crimine che sarebbero arrivati apposta fino alla cintura sud del capoluogo dorico per mettere a segno il colpo. Uno di quei camion, vuoto, stava per tornare all’azienda e terminare il carico già preparato. In corso la valutazione del valore del carico sottratto, circa 50mila euro da una prima stima.

Non è escluso che la banda sia già stata a Osimo. L’ultimo maxi furto ai danni di un’azienda nell’osimano è accaduto sabato 11 settembre sempre alla Stazione, poco dopo mezzanotte, nell’azienda leader nel settore dell’healthcare di proprietà dell’ex presidente dell’Anconitana, Stefano Marconi, la Rays. I ladri avevano rubato guanti in lattice per un valore di 300mila euro. Le immagini delle telecamere di sorveglianza riprendono quattro persone incappucciate entrare con una motrice e agganciare un semirimorchio che trasportava il container carico di presidi medici preziosi in epoca Covid. La direttissima dovrebbe tenersi oggi (26 ottobre).