Osimo, ancora furti in città. Il sindaco incontra i residenti di San Biagio

Anche ieri sera (20 novembre) dei malviventi hanno tentato di mettere a segno un colpo in via Enzo Ferrari a Campocavallo. Pugnaloni: «Bene "la mutualità di vicinato". E poi telecamere e illuminazione»

L'incontro a San Biagio
L'incontro a San Biagio tra sindaco e residenti per fare il punto sulla questione furti

OSIMO – Li hanno inseguiti quei ladri che pare siano fuggiti su una Fiat Punto ma sono riusciti a cavarsela. Ieri sera, 20 novembre, altri malviventi hanno tentato di mettere a segno un furto in via Enzo Ferrari a Campocavallo. La segnalazioni è arrivata alle 19 alla pattuglia che era già di controllo in zona.

Diversi residenti sempre ieri sera, in contemporanea, hanno partecipato al Consiglio di quartiere straordinario per parlare di sicurezza organizzato dai residenti di San Biagio, chiesto già prima del raid del weekend scorso.

Presente la giunta e il sindaco Simone Pugnaloni che ha informato i cittadini su nuove disposizioni in arrivo: «La prima cosa da fare è “la mutualità di vicinato”. Grazie ad una segnalazione da parte dei cittadini, proprio stasera le forze dell’ordine in sinergia con la Polizia locale hanno seguito le orme di una Fiat Punto segnalata che da giorni si appostava in quella zona e hanno rincorso i malviventi che purtroppo sono riusciti a scappare. Sta di fatto che la segnalazione di un cittadino ha sicuramente contribuito alle indagini».

Poi prosegue: «L’amministrazione comunale cosa può fare? È la domanda più frequente dei miei concittadini colpiti dai furti. Continuare ad investire in videosorveglianza per giungere fino alle zone più periferiche della città, potenziare l’illuminazione pubblica in zone di campagna che sono vie di fuga per i ladri e sicuramente continuare a lavorare in squadra con le forze dell’ordine cittadine con le quali c’è un ottimo rapporto quotidiano per presidiare al meglio il territorio.

Dai primi di dicembre ci saranno più pattugliamenti in strada e soprattutto in quelle zone, l’Aspio, San Biagio e Osimo Stazione. Sono quelle più prese di mira perché forse i ladri trovano più facilmente una via di fuga dalla città. La Polizia locale che entrerà in supporto è già stata avvertita. Da valutare poi l’installazione di nuove telecamere di ultima generazione che comunque già ci sono. Il nostro aiuto è stato, per quanto possibile e spero di ausilio alle forze dell’ordine con una spesa di circa 200mila euro in nuove telecamere che presto collegheremo da remoto alla centrale di polizia e carabinieri. Quelle Ocr pure per la lettura delle targhe, 4.0 come le chiamo io, sono in via D’Ancona, davanti alla tabaccheria Mazzarini e alla stazione ferroviaria. Ne abbiamo chiesta una da apporre sulla nuova maxi rotatoria a Osimo Stazione e stiamo cercando ponti radio per collegarne di nuovo alla centrale della polizia locale».