Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, fine settimana di controlli congiunti. L’assessora Gatto: «Incrementeremo le risorse per la sicurezza»

Maxi presidio in piazza tra Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia locale dopo i furti. Comune è convocato in Prefettura. Parla l'assessora alla Polizia locale Federica Gatto

I controlli in centro a Osimo sabato
I controlli in centro a Osimo

OSIMO – È stata una settimana intensa a Osimo sul fronte della sicurezza. Venerdì scorso (15 ottobre) due giovani sono stati fermati per il furto in una gioielleria del centro e diversi giovanissimi sono stati individuati dai poliziotti quali responsabili di piccoli atti vandalici, baby gang che sconvolgono la tranquillità dei residenti e non solo. Sabato sera (16 ottobre) c’è stato un maxi presidio di controllo in piazza ben coordinato tra Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia locale e con ogni probabilità mercoledì 20 il Comune è convocato in Prefettura per prendere parte al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza e fare il punto sulla situazione.

«Durante la scorsa settimana si è avuto modo di parlare di diversi illeciti verificatisi in città. L’attenzione delle forze dell’ordine e delle istituzioni è altissima, ne è testimonianza anche l’impegno di Polizia di Stato e Carabinieri in interventi risolutivi resi possibili grazie ad approfondite indagini e all’ausilio del sistema di videosorveglianza comunale – commenta l’assessora alla Polizia locale Federica Gatto -. Presidi di sicurezza sono predisposti soprattutto durante il fine settimana in centro storico ma proprio in queste ore si è anche chiuso il bando di cofinanziamento comunale che ha visto la presentazione di 28 domande che andranno valutate dagli Uffici. Grazie alla maggiorazione del contributo, fino a 500 euro senza limiti di spesa, si è passati dagli 11 progetti presentati nel 2019, quando il contributo massimo era di 250 euro, ai 28 di oggi. Per cercare di coprire in maniera più consistente tali progettualità, si andrà ad incrementare le risorse stanziate, proprio perché è fondamentale il contributo dei privati per realizzare un sistema di integrato di sicurezza che possa rispondere al meglio alle esigenze di controllo del contesto urbano. Dal 2014 ad oggi sono stati finanziati 142 progetti che corrispondo ad altrettanti sistemi di sicurezza collegati alle centrali operative delle forze di Polizia. A tutto ciò deve sempre accompagnarsi la collaborazione nella segnalazione e nella denuncia di episodi potenzialmente pericolosi: solo in questo modo la sorveglianza e l’attività delle autorità preposte possono essere efficaci e tempestive».

Il presidio in piazza Boccolino

Il gruppo consiliare del Pd alla maggioranza aggiunge: «Complimenti agli agenti del Commissariato di Polizia di Osimo che sono riusciti a individuare i responsabili della rapina in centro avvenuta nella notte tra il 2 e il 3 settembre scorso. Per il buon esito dell’operazione è stata fondamentale la presenza delle telecamere di sorveglianza installate dall’Amministrazione comunale. In questi anni sono stati fatti importanti investimenti sulla sicurezza e il lavoro dell’assessore Gatto sta portando risultati. Attualmente sono 81 gli impianti di videosorveglianza installati sul territorio comunale, di cui 21 dotati di sistema ocr per la lettura delle targhe auto e collegamento diretto al palmare degli agenti di polizia per la segnalazione istantanea di eventuali irregolarità. Con l’ultimo bilancio in Consiglio comunale abbiamo approvato un finanziamento per il 2021 di 100mila euro per l’acquisto di oltre 30 nuove telecamere che saranno dislocate in centro storico, nei giardini di piazza Nuova e nelle frazioni, in modo tale da realizzare una sorveglianza pressoché totale del territorio, in particolare dei mezzi in transito. Rafforzati anche i controlli nei plessi scolastici della città, alla scuola media “Caio Giulio Cesare”, al liceo classico e scientifico “Campana”, all’istituto tecnico commerciale e geometri “Corridoni” e all’istituto di istruzione superiore “Laeng Meucci”. Le spycam sono un importantissimo strumento di deterrenza e un aiuto indispensabile per gli agenti di polizia nelle loro indagini».

«Un ringraziamento da parte mia e di tutto il nostro gruppo consiliare delle Liste civiche, a tutte le forze dell’ordine che sono intervenute numerosissime accogliendo il nostro grido di allarme per i recenti fatti – dice la capogruppo consigliare delle Liste civiche all’opposizione Monica Bordoni -. Trovo azzardata l’euforia del sindaco nel definire una bella festa un normale sabato sera dove giovani e meno giovani passeggiavano nelle vie del centro. Abbiamo passeggiato in sicurezza con la presenza delle forze dell’ordine, vero. Certamente i continui interventi e controlli sono stati un deterrente imprescindibile per i malintenzionati a compiere atti criminosi ma sarà così tutti i weekend?».

Oggi il sindaco Simone Pugnaloni ringrazia le forze dell’ordine: «Un ringraziamento speciale a nome mio e di tutta la città per il servizio reso alla comunità sabato in particolare che ha garantito sicurezza ed allo stesso tempo un sano svago per le centinaia di giovani accorsi in centro per incontrarsi e divertirsi. L’Amministrazione comunale continuerà ad offrire il suo supporto attraverso la Polizia locale, nell’ottica di una proficua collaborazione con il Prefetto che mercoledì ci ha convocati per il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza. Non sottovalutiamo i problemi del disagio giovanile, continuiamo con l’azione di prevenzione e sicurezza».

Exit mobile version