Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, le feste patronali si chiudono in grande

Tripudio in piazza del Comune per Malika Ayane, anticipata dalla consegna delle civiche benemerenze nell’atrio del palazzo comunale

La consegna delle benemerenze a Osimo
La consegna delle benemerenze a Osimo

OSIMO – Malika Ayane ha chiuso le feste patronali osimane ieri, 18 settembre, stravolte in parte a causa del tragico evento alluvionale. Tripudio in piazza del Comune per la cantante milanese, anticipata dalla consegna delle civiche benemerenze nell’atrio del palazzo comunale in mattinata. «Abbiamo concluso le manifestazioni legate alla festività per il nostro santo patrono senza dimenticarci della devastazione che ha colpito territori e persone a noi vicine. Abbiamo vissuto momenti di gioia nella nostra città con questa consapevolezza. Siamo e saremo solidali con chi ha subito così gravi danni», ha detto il sindaco Simone Pugnaloni. Premiati Martina Pigliapoco, giovane carabiniera in servizio a San Vito di Cadore, distinta per il coraggio e la sensibilità dimostrate il 4 ottobre 2021 quando salvò la vita di una donna che aveva scavalcato la ringhiera di un ponte per gettarsi nel vuoto; Mait spa per i 70 anni dell’azienda fondata da Emilio Tonti, inventore della prima perforatrice meccanica mobile; Usd Osimana per il centenario della società che ha fatto la storia del calcio cittadino. Due invece le cittadinanze onorarie, a Francesca Faedi, astrofisica all’Università degli Studi di Urbino, per aver stretto un profondo legame con Osimo dando un prezioso contributo al “World space week”, e a Gianluca Gregori, rettore dell’Università Politecnica delle Marche, che ha siglato con il Comune di Osimo un partenariato istituzionale.

Malika Ayane in concerto a Osimo

Tanti gli altri attestati

Attestati alla memoria ai compianti Leonello Giorgetti, capo-scout ed educatore della Lega del filo d’oro; Rolando Tittarelli, ex consigliere comunale e socio fondatore del Rotary Osimo; Jacopo Bellaspiga, presidente della Fondazione Recanatesi; Lino Palanca storico e giornalista portorecanatese già professore per anni al Liceo Campana.

Riconoscimenti “Una vita per il lavoro” alla Cecconi Mario srl, da 50 anni azienda distributiva restaurant caffè; Dino Cecconi, imprenditore già in Imt e poi fondatore di Termotecnica e infine della Cecconi Srl che si occupa di impianti elettrici e termoidraulici; Luciano Zagaglia elettricista, ferroviere e poi fondatore della Tecnozeta azienda di caldaie e condizionatori; Fiorenzo Falappa titolare dell’area di servizio di Padiglione.

Riconoscimento per il volontariato a Mafalda e Gioconda Buglioni, sorelle gemelle a servizio di Avulss, Italia Nostra e Centro Missioni di Osimo; Silvano Pugnaloni, già presidente del Consiglio di quartiere e punto di riferimento di San Biagio e Santo Stefano; Giuseppe Limoni, presidente dell’associazione coordinamento H a favore dei disabili e socio di Italia Nostra.

Attestato agli “Osimani nel Mondo” a Robert Maggiori, docente di filosofia e scrittore trasferitosi in Francia; Silvia Bontempo, medico pediatra in Spagna; Leonardo Germani, danzatore in prestigiose compagnie in Repubblica Ceca e Germania.

Attestato “Amici di Osimo” a don Roberto Pavan, ex parroco del Duomo.

Menzioni speciali ad Arianna Muti, giovane informatica che ha realizzato il primo algoritmo che riconosce sui social i messaggi contro le donne; Enrico Carletti, rivoluzionario della musica; Claudio Carloni, autore dell’urban art sulla parete dell’ex acquedotto di Casenuove; i gruppi musicali Ikaros ed International Washing machines che hanno vinto ad ex equo la prima edizione della rassegna “Nova Scena” che si è tenuta a luglio a piazza Nuova.

Encomi civici alle forze dell’ordine:

  • Carabinieri: Maresciallo Capo Enrico D’Addio, Maresciallo Ordinario Giacinto Lupo, Vice Brigadiere Roberto Rossi, Vice Brigadiere Vito Pontrelli, appuntato Scelto Fabio Carloni perché l’8 giugno 2022 hanno arrestato un accoltellatore in zona maxiparcheggio;
  • Tenenza della Guardia di Finanza di Osimo per la costante attività sul territorio a difesa dell’economia legale, con ingente sequestro di dispositivi di protezione individuale non sicuri;
  • Vigili del Fuoco: Capo Squadra esperto Maurizio Ulisse, e vigili del fuoco Marco Zoppi, Massimo Cecchi, Raffaele Migliori e Michele Tarsetti che il 6 giugno 2022 hanno messo in sicurezza un cane che, spaventato, era rimasto pericolosamente appeso su un balcone;
  • Comando Polizia locale di Osimo per l’intensificazione dei controlli che hanno consentito di aumentare la sicurezza stradale con il sequestro di veicoli non assicurati e senza revisione;
  • Polizia di Stato: Vice Sovrintendente Lorenzo Lucarini e l’assistente Roberto Pomarè che ad agosto hanno evitato il suicidio di una persona che si era barricata nella sua casa.