Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, digitalizzati i registri edilizi

Per aprile saranno digitalizzati tutti i certificati d'agibilità ed i condoni, oltre che dieci anni di permessi di costruire

Il sindaco Simone Pugnaloni in videoconferenza
Il sindaco Simone Pugnaloni in videoconferenza

OSIMO – È stata completata la digitalizzazione dei registri edilizi del Comune di Osimo, dal 1911 ad oggi. «Di tre passaggi che ciascun professionista doveva compiere presso la residenza municipale, oggi ne eliminiamo uno, il primo, potendolo svolgere direttamente online», ha spiegato il sindaco Simone Pugnaloni che con l’assessore all’Urbanistica Annalisa Pagliarecci è al lavoro per completare il secondo passaggio che avverrà sempre online. Per aprile saranno digitalizzati tutti i certificati d’agibilità ed i condoni, oltre che dieci anni di permessi di costruire.

«Nel redigendo bilancio di previsione inseriremo le risorse per compiere tutto il lavoro di digitalizzazione dei permessi a costruire come avvenuto per i registri. Dopo anni di file agli uffici edilizia e tanto materiale cartaceo da muovere, finalmente si lavorerà online e si ridurranno i tempi di attesa per l’utenza finale». Nel frattempo, per accorciare quelli per l’accesso agli atti, sono stati autorizzati rientri pomeridiani al personale dipendente per abbattere l’arretrato: «Sono arrivate ad aiutarci due persone che percepiscono il reddito di cittadinanza e stiamo lavorando per implementare di alcune unità l’organico dell’ufficio». 436 sono stati gli accessi agli atti nel 2020, 50 ad oggi: molti di essi riguardano la conformità urbanistica dell’immobile, fatto che lascia dedurre che la maggior parte di servano a valutare l’utilizzo del bonus statale del 110 per cento.