Aveva tentato il furto di un’auto, 36enne fermato dai carabinieri

La vittima, uno sportivo osimano, F.G., aveva raccontato quanto gli era successo quel pomeriggio del 4 luglio scorso sfruttando anche i social per mettere in guardia i concittadini. Oggi il ladro è stato rintracciato e denunciato dai carabinieri

I controlli dei Carabinieri
I controlli dei Carabinieri

OSIMO – L’episodio aveva fatto tremare tutta Osimo. La vittima, uno sportivo osimano, F.G., aveva raccontato quanto gli era successo quel pomeriggio del 4 luglio scorso sfruttando anche i social per mettere in guardia i concittadini. Ancora sotto choc aveva denunciato l’atto vandalico ai danni della sua auto e le minacce ricevute dall’uomo che aveva trovato all’interno della macchina mentre lui era andato a fare jogging.

I controlli e le indagini portate avanti dai Carabinieri della stazione di Osimo questo fine settimana sono risultati decisivi. I militari hanno deferito in stato di libertà un marocchino, 36enne, perché ritenuto responsabile del reato di rapina impropria.

Era stato proprio lui, dopo aver infranto il vetro del finestrino della macchina di quello sportivo osimano, a introdursi nell’auto parcheggiata in via Cagiata a Campocavallo, asportando un marsupio contenente alcuni effetti personali e un telefono cellulare. Nella circostanza il proprietario, giunto sul posto nel frattempo, è stato minacciato di morte dall’uomo durante la fuga.

I carabinieri, che avevano raccolto la denuncia, sono riusciti a identificare il soggetto attraverso il sistema di videosorveglianza che ha funzionato. Diversi altri episodi di furti nelle auto in sosta sono stati denunciati in queste ultime settimane, un problema di cui si sta facendo carico anche il Comune.