Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, il Covid fa lievitare i costi per la nuova scuola: da due a quattro milioni di euro

La città deve fare i conti con un aumento da due a quattro milioni di euro delle risorse impegnate per realizzare la scuola elementare di Campocavallo

I lavori alla scuola Fornace Fagioli di Osimo
I lavori alla scuola Fornace Fagioli di Osimo

OSIMO – Il Covid ha causato danni non solo a livello sanitario. È ormai noto che l’emergenza sanitaria ha provocato un aumento del costo delle materie prime ad esempio e a pagarne sono imprese, cittadini e pubbliche amministrazioni. Come a Osimo che adesso deve fare i conti con un aumento da due a quattro milioni di euro delle risorse impegnate per realizzare la scuola elementare di Campocavallo. La relazione del tecnico incaricato di redigere il progetto definitivo prevede infatti un incremento dei costi dovuto a più concause. «Tra queste le mutate esigenze didattiche e distributive degli spazi legati alla pandemia, la volontà di migliorare il progetto sotto il profilo di sostenibilità ambientale, i costi di gestione e qualità generale dell’opera ma anche la fase espansiva dell’economia nazionale che produce un significativo aumento dei prezzi dei materiali e dei trasporti – spiega il sindaco Simone Pugnaloni -. Il costo onnicomprensivo di plesso, palestra, area esterna verde e parcheggio arriva così a quattro milioni di euro, finanziabili grazie all’ampia capacità di indebitamento del Comune». La struttura sarà in totale di duemila e 543 metri quadrati e comprenderà 10 aule con superficie media di 25 metri quadrati, due aule interciclo per i laboratori, la mensa, l’atrio, uffici per la didattica, i servizi igienici, la guardiania, il magazzino, la palestra, gli spogliatoi e i corridoi. In particolare rispetto al progetto preliminare, si prevede ora un raddoppio volumetrico della palestra con omologazione Coni per ospitare le associazioni sportive in orari extrascolastici.

Le delibere al bilancio

Nel Consiglio comunale convocato per sabato 2 ottobre sono presenti due delibere strategiche per l’amministrazione comunale. Da una parte c’è proprio la variazione di bilancio e al Piano delle opere pubbliche (in cui è inclusa la scuola). Sono stati inseriti circa 40mila euro in più per i nuovi colombari al cimitero San Giovanni e di San Biagio, 42mila euro per la pista ciclabile di Passatempo, 100mila euro per gli spogliatoi al circolo Junior Tennis, 127mila euro per manutenzioni agli impianti sportivi soggetti a valutazione della commissione pubblico spettacolo e ottomila euro in più per i bagni pubblici da realizzare a piazza Nuova.

Il Palabaldinelli alla Osimo servizi

Dall’altra l’affidamento della gestione in house alla Osimo Servizi del Palabaldinelli, tornato in possesso al Comune di Osimo dopo che la società di scopo Geosport è stata messa in liquidazione per l’estinzione del mutuo assunto a suo tempo per la realizzazione della struttura sportiva per i prossimi tre anni. Il contratto di servizio ammonta a 303mila euro, di cui 41mila euro di corrispettivo annuo da parte del Comune (quindi 123mila euro) e 60mila euro di incassi previsti all’anno da associazioni sportive, manifestazioni, sponsor e bar (180mila euro totali). Il contratto impegnerà la Osimo Servizi a concedere almeno 10 giornate gratuite al Comune per l’organizzazione di eventi sportivi o culturali. Sarà il nuovo gestore a dover garantire il servizio di custodia, formazione del personale e a svolgere le manutenzioni ordinarie.

Il restyling delle aree giochi

L’amministrazione comunale farà sistemare da ultimo tutte le zone ludiche che si trovano nelle aree verdi pubbliche e che, nel corso degli ultimi mesi, hanno subito danni per eventi atmosferici o atti vandalici. Sono stati infatti assegnati i lavori da 45mila euro una ditta privata per la manutenzione, la bonifica dei giochi non recuperabili e la successiva sostituzione con nuovi arredi in ben 29 arre verdi comunali, che coinvolgono tutte le frazioni e i quartieri di Osimo. Tra ottobre e novembre saranno sistemati e rinnovati i giochi (altalene, dondoli, torrette con scivoli, giostre) e gli arredi (panchine e tavoli) di diversi giardini e parchi comunali: area verde di via Turati a Passatempo, di via Po a Padiglione, via Recanati a Campocavallo, via Ippoliti a Campocavallo, via San Valentino a Santo Stefano, via San Giacomo della Marca a San Biagio, via Soderini all’Aspio, via Monte Catria a Casenuove, via Villa a San Paterniano, parco Luna a Campocavallo, parco don Orione e quello di piazzale Muccioli a Casenuove. Saranno sistemate le aree verdi di via Pavarotti, via don Milani, via dello Sport, via Croce rossa, via Kennedy, via Murri, via 2 Giugno, via Pergolesi, via Bartolini, via Mameli, via Gioberti, via Bambozzi, via Santa Caterina, via Tonnini, piazza Papa Giovanni XXIII, via Verdi e via Cecconi. Sono in arrivo i giochi per il nuovo parco inclusivo di via Santa Chiara a San Sabino, la prima area verde e ludica di Osimo appositamente dedicata anche ai disabili.

Exit mobile version