Osimo, il Comune stanzia 500 mila euro per i risarcimenti

I soldi sono stati stanziati in caso di esito sfavorevole del contenzioso in essere in numerosi procedimenti giudiziari che vertono su richieste risarcitorie o comunque su pretese economiche

Il Comune di Osimo
Il Comune di Osimo

OSIMO – Il Comune di Osimo ha stanziato circa 500 mila euro per eventuali risarcimenti che il municipio potrebbe essere chiamato a pagare in caso di esito sfavorevole del contenzioso in essere in numerosi procedimenti giudiziari che vertono su richieste risarcitorie o comunque su pretese economiche.

Nel contempo il Comune, proprio in questi giorni, ha pubblicato la delibera 34 con cui la Giunta ha incaricato un consulente di parte per determinare l’importo da erogare all’ingegner Franco Mazzocchini, licenziato durante il primo mandato da sindaco di Latini (2002). Nella delibera la Giunta afferma che la vertenza è rilevante dal punto di vista economico e non indica importi.

L’ingegnere, nel corso degli anni, ha portato avanti diversi ricorsi per far valere i suoi diritti. «Sono dieci anni e qualche mese di reintegro oltre ad oneri, interessi, rivalutazioni, spese di lite. Le operazioni peritali sono iniziate un mese fa. A oggi l’unica certezza che abbiamo è che il Comune di Osimo per questa causa ha già pagato quasi 180mila euro di spese legali», commenta il consigliere comunale e candidato a sindaco Maria Grazia Mariani (Gruppo Misto).

Sul caso si sono già espresse la Corte di Cassazione e la Corte di Appello di Perugia ed entrambe hanno sancito definitivamente che il licenziamento dell’ingegnere è stato illegittimo e pertanto gli deve essere riconosciuto un risarcimento per il danno subito. Sulla vicenda deve esprimersi la Corte d’Appello di Perugia.