Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, il Comune apre le porte a nuove assunzioni

L’assessore di Osimo Michela Glorio fa il punto sulla sua delega al Personale, raccontando quanto è stato fatto per le assunzioni in Comune durante questo anno difficile e cosa è pronto per il 2021

La torre civica del Comune di Osimo

OSIMO – È iniziata ad arrivare, già nelle ultime settimane dell’anno appena concluso, la boccata di ossigeno tanto agognata dal municipio. L’amministrazione comunale osimana infatti da tempo cercava di implementare le risorse anche per agevolare i servizi ai cittadini.

L’assessore Michela Glorio fa il punto della sua delega al Personale, raccontando quanto è stato fatto per le assunzioni in Comune e non solo durante questo anno difficile e cosa è pronto per il 2021.

Nel giugno scorso innanzitutto l’Amministrazione comunale ha approvato una delibera di Giunta con la quale dal primo luglio 2020 i buoni pasto per dipendenti aventi diritto al servizio sostitutivo di mensa, sono passati dalla modalità cartacea a quella elettronica e il valore nominale è aumentato da 5,29 euro a sette.

Subito dopo, sempre con delibera di giunta, è stato approvato il Fabbisogno del personale per il 2020-21-22 in cui sono state identificate le figure da assumere nei tre anni. La legge impone che prima di aprire un bando di concorso si apra la procedura di “mobilità volontaria tra enti” così, in ottemperanza della normativa, a fine settembre è stato inviato alla Gazzetta ufficiale il bando di mobilità tra enti. L’avviso ha interessato le categorie di istruttori amministrativi (nove posti messi a bando), agenti di Polizia locale (sei posti messi a bando) e geometri (due) per il triennio 2020-2022.

A fine ottobre le commissioni appositamente costituite hanno proceduto a selezionare le domande pervenute (17 per il profilo di amministrativi, 16 per i profili di agenti e solo una domanda pervenuta per geometra). «Con le selezioni sono state coperte molte delle posizioni aperte tra cui sette istruttori – C1 e tre agenti mentre nessun posto per geometra è stato coperto. Nel mese di dicembre sono stati assunti quattro amministrativi C1 (dei sette previsti per il 2020) e due di Polizia sui tre previsti per il 2020 – spiega Glorio -. Nei primi mesi del 2021 saranno assunti gli altri tre profili di Amministrativi selezionati e l’agente di Polizia appena i Comuni di provenienza daranno il nulla osta). Nel corso del 2021 e appena la pandemia lo renderà possibile, saranno aperti i concorsi per i restanti posti di Amministrativi C1 (tre), geometri (due) e Agenti di Polizia locale (tre)».

I profili finora inseriti sono andati a rafforzare il Dipartimento del Territorio e quello degli Affari Generali, che comprende il settore Anagrafe e grazie al quale da febbraio sarà attivato uno sportello aggiuntivo dedicato al solo rilascio di carte di identità. Il prossimo mese poi nuovi spazi saranno disponibili per il personale del Protocollo e Anagrafe in modo da migliorare il servizio.

«Il 2020 è stato un anno eccezionale anche dal punto di vista della ri-organizzazione dei servizi. Nel rispetto delle limitazioni imposte dal Covid-19, infatti, tutti i Dipartimenti hanno dovuto riorganizzare le modalità di erogazione del servizio, conciliando la necessità di dare risposte adeguate al cittadino con l’obbligo di effettuare parte dell’orario di lavoro in smart-working e rispettare le norme di limitazioni del servizio al pubblico».