Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, nella variazione di bilancio aiuti alle imprese e alle famiglie

Il documento sarà da approvare entro la fine del mese di luglio in consiglio comunale. Ci sono 700mila euro a disposizione. Si parte dalle aziende e si arriva alla scuola con tagli a mensa e trasporto scolastico

Una seduta del Consiglio comunale di Osimo
Una seduta del Consiglio comunale di Osimo

OSIMO – Osimo si appresta ad una maxi variazione del bilancio, da approvare entro fine mese di luglio in consiglio comunale, per dare supporto tangibile a famiglie e imprese nella ripresa post covid-19. Le misure messe in atto dall’assessore al Bilancio Mauro Pellegrini e dall’ufficio Tributi permettono di spendere 700mila contro la crisi.
Le misure sono molteplici e vanno a colmare tante situazioni di necessità a partire dalle aziende più in crisi a causa della pandemia, che riceveranno 100mila euro a fondo perduto da assegnare tramite bando.

E ancora. Già dall’anno scolastico 2020-21 poi il costo fisso per la mensa scolastica non sarà abbassato da 20 a 15 euro come era stato annunciato a inizio anno, ma a dieci euro, obiettivo che era per il 2021.

La tariffa che abbatte i costi della metà, come confermato dal vicesindaco e assessore ai Servizi sociali Paola Andreoni, è stata già approvata e vale anche per lo scuolabus: per l’andata e il ritorno infatti si passa da 198 euro a cento. Da gennaio il sistema delle mense scolastiche è protagonista di un processo di digitalizzazione, ideato e predisposto dalla Asso e dal municipio stesso. Il covid ha interrotto i benefici ma a settembre riprenderà tutto quello che era appena iniziato.

Le famiglie che usufruiscono del servizio relativo alla mensa possono dotarsi gratuitamente di una app, “SiMeal” per entrare nella rete del servizio ed evitare di presentarsi fisicamente negli uffici Asso. Possono consultare i menù, verificare quelli effettivamente consumati e quando e informarsi sulla registrazione dei pagamenti, tenendosi aggiornate in tempo reale sulla situazione credito e debito nei confronti dell’ente. La piattaforma sarà utilizzabile anche per i pagamenti.

Il sistema, rivolto a 21 plessi scolastici, favorisce lo snellimento delle procedure e quindi una sua maggiore efficienza complessiva. L’operatore scolastico ha a disposizione un tablet per la rilevazione e la comunicazione dei pasti al centro cottura e, sempre attraverso la strumentazione informatica, è possibile inserire il numero dei pasti destinati al personale, selezionare gli alunni assenti, annotare le eventuali diete leggere, trasmettere i dati raccolti al gestionale e gestire il fuori orario.

«La ripartenza di Osimo, dopo un periodo così difficile, si rafforza e prende corpo grazie ad interventi a sostegno di famiglie e imprese come questi, che danno ossigeno e un aiuto concreto a coloro che ne hanno bisogno», dice il consigliere di maggioranza di Energia nuova Michele Feliciani.