Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, l’artista Moneyless all’opera al tiramisù

Il suo lavoro, appena presentato nel luogo in cui l’opera sta sorgendo, si concentra sulla purezza della forma e lo studio della geometria come motivo di riflessione sull’origine della natura e sul rapporto tra questa e l’uomo

Moneyless al lavoro al tiramisù (le foto dell’opera sono di Aurelio Laloni)
Moneyless al lavoro al tiramisù (le foto dell’opera sono di Aurelio Laloni)

OSIMO – C’è un’opera pittorica nuova sulle pareti in cemento del tiramisù che collega la parte sud di Osimo al centro cittadino. Quello che è sempre stato luogo di attesa e di passaggio si sta trasformando in un luogo di incontro e scambio, grazie all’intervento pittorico di Moneyless, uno degli esponenti più rappresentativi della corrente astratta dell’arte urbana a livello internazionale. Moneyless opera un processo di sintesi tra forma e luoghi dove si fondono – in murales astratti – volontà pittoriche e architettoniche, il primissimo piano del tracciare e l’angolazione grandangolare dell’organizzazione di un ambiente. Il suo lavoro, presentato oggi, 14 aprile, nel luogo in cui l’opera sta sorgendo, si concentra sulla purezza della forma e lo studio della geometria come motivo di riflessione sull’origine della natura e sul rapporto tra questa e l’uomo. Le sue installazioni sono frutto di intuizioni realizzative e, al contempo, di una progettualità fortemente pensata. Accogliendo la composizione e la stratificazione delle forme e dei colori in opere diffuse, l’artista mira ad oltrepassare i confini tradizionali della pittura e della scultura.

“Less is more”

“Less is more” sono le parole chiave che racchiudono la filosofia delle opere di Moneyless che – siano esse dipinti su carta, su tela o su muro ovvero sculture mobili o anche installazioni sospese – rappresentano sempre il risultato di una sperimentazione continua che si interroga sulle infinite possibilità della composizione geometrica. All’interno della hall d’ingresso della funicolare sarà d’ora in poi possibile ammirare le opere di questo artista in quella che diventerà una vera e propria galleria d’arte cittadina. «Il Comune di Osimo – ha spiegato l’assessore alla Cultura, Mauro Pellegrini – rinnova il suo interesse per l’arte urbana e le sue potenzialità rigenerative, attrattive e turistiche e punta a far vivere gli spazi cittadini attraverso i linguaggi artistici più contemporanei. Osimo può così diventare un vero e proprio laboratorio artistico e lasciare un segno per le future generazioni». «L’arte è da sempre ingrediente importantissimo per la vita della nostra città a vocazione europea – ha dichiarato il sindaco Simone Pugnaloni -. L’iniziativa è di estremo valore internazionale. Il tiramisù, grazie all’opera di Moneyless, sarà uno straordinario piacere per gli occhi». Il progetto è stato proposto dall’impresa creativa PopUp studio che utilizza l’arte contemporanea come potente strumento di trasformazione e comunicazione, dove lo spazio diventa motivo di cambiamento, PopUp studio ne segue il processo curando il concept e la direzione artistica. L’evento è sostenuto dal Comune di Osimo e dalla Regione Marche, in collaborazione con Osimo servizi e con il supporto di Astea energia e Caparol.