Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, arriva la fibra. Pugnaloni: «Il 2021 l’anno della svolta»

Primo incontro per capire da parte delll'amministrazione i tempi e i permessi necessari per la realizzazione. Inoltre novità per quanto riguarda l'illuminazione pubblica

Il sindaco in riunione con Tim
Il sindaco Pugnaloni in riunione per la fibra in città

OSIMO – Si è parlato di connettività ieri, 16 dicembre, in Comune a Osimo. Ci sono famiglie in grossa difficoltà che in questo periodo stanno gestendo il proprio smart working da casa e la dad dei figli sovraccaricando la linea Internet. La fibra direttamente nelle case fa un passo avanti anche ad Osimo.

«Sono tanti gli operatori interessati – ha detto il sindaco Simone Pugnaloni seduto al tavolo, in sala Vivarini, con i rappresentanti del gruppo di telefonia -. Ho incontrato Tim che ha scelto Osimo assieme ad altre 14 città nell’area Marche-Umbria per investire sulla fibra che non sarà più fino alla cabina armadio ma arriverà direttamente nell’abitazione a una velocità oltre i 100 mega per tutti (non solo a seconda della vicinanza alla cabina dove la connessione oggi varia tra i 20 ed i 100 al massimo). Fibra su tutto il territorio, senza se e senza ma. L’incontro è servito a capire l’interesse dell’amministrazione su come affrontare i tempi per i permessi e che tipo di intervento la Tim promuove per Osimo. Il 2021 sarà l’anno della svolta. Dobbiamo correre, meno invasivi possibili ma celeri nella realizzazione. Regolando un accordo tra le parti condivideremo insieme un accordo tra le parti per la pubblica amministrazione».

Il primo cittadino ha colto l’occasione anche per dare un altro annuncio: «Dopo l’aggiudicazione efficace, il tempo necessario per Dea di preparare i documenti che servono alla firma, e uno dei più importanti obiettivi di mandato giungeranno a termine. Settemila punti luce a led, un’illuminazione interamente rinnovata nei colori su tutto il territorio. A disposizione della giunta un premio di 500mila euro in opere di efficientamento energetico, attraversamenti pedonali illuminati, luoghi, monumenti e palazzi vivranno di luce nuova».