Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, l’architetto Manuela Vecchietti è il nuovo dirigente per i progetti speciali dell’Edilizia

47 anni, membro della Commissione urbanistica e territorio dell'Ordine degli architetti della provincia di Ancona: in Comune avrà il compito di costruire la nuova proposta di variante generale al Piano regolatore che ridisegnerà la viabilità osimana

L'architetto Manuela Vecchietti
L'architetto Manuela Vecchietti

OSIMO – C’è una nuova figura in municipio a Osimo che ha appena preso servizio. È il nuovo dirigente per la Direzione unità di progetto “Progetti speciali edilizia – urbanistica”.

Da oggi, 3 aprile, è a lavoro l’architetto Manuela Vecchietti, 47 anni, membro della Commissione urbanistica e territorio dell’Ordine degli architetti della provincia di Ancona. È impiegata da sempre nel settore dell’Urbanistica, prima ad Ancona e poi a Falconara, con esperienze nella redazione di Piani regolatori generali, Piani attuativi particolareggiati, autorizzazioni paesaggistiche, rapporti con la Sopraintendenza e reperimento dei fondi europei. Avrà il compito con sindaco ed assessore all’Urbanistica di costruire la nuova proposta di variante generale al Piano regolatore che ridisegnerà la viabilità osimana superando gli ostacoli tecnico-giuridici con gli enti sovraordinati, dopo un accurato confronto con il tavolo tecnico costituito dai professionisti del settore e dalle categorie sociali.

«Finalmente ci siamo – dice il sindaco Simone Pugnaloni -. C’era bisogno di un cambio di passo nelle politiche urbanistiche della nostra città. Al nuovo Dirigente il compito di pianificare il nuovo tracciato della variante a nord della statale 361 per superare definitivamente il traffico pesante in città alla luce dei finanziamenti ricevuti dalla Regione Marche. A lei il compito della riedizione del regolamento edilizio comunale e di quello degli oneri di urbanizzazione per centrare due obiettivi: abbatterli di almeno un 30% per chi rigenera patrimonio esistente (premiando chi sfrutta le energie rinnovabili) e rivisitare il piano particolareggiato del centro storico. Dovranno essere fatti di nuovo invece i regolamenti per il Piano impianti pubblicitari, il Piano antenne, il Piano urbano del traffico, quello per le sale gioco e l’ultimo per le attività circensi».

Compito della nuova dirigente sarà anche la consulenza e l’espressione di pareri tecnici istruttori al responsabile dei procedimenti in materia di pianificazione urbanistica (piani attuativi), edilizia (permessi di costruire) e commerciale.

«Un lavoro duro ma che insieme affronteremo per dare sempre più risposte tempestive ai nostri professionisti, alle nostre imprese e alle famiglie – chiude il sindaco -. Accelerare i tempi di risposta e dimostrare dinamismo interpretativo sono le basi per un ottimo sviluppo sostenibile ed un volano per l’economia del nostro territorio. A nome mio personale e di tutta l’Amministrazione comunale i migliori auguri di buon lavoro».