Osimo

Osimo, l’amministrazione riorganizza la macchina comunale. Ecco le novità

Si parte, dal 14 settembre, con la riapertura il sabato mattina dell'ufficio Anagrafe e stato civile. E poi entro l'anno al Dipartimento Affari generali un nuovo funzionario

OSIMO – L’amministrazione comunale di Osimo da settembre inizierà un processo di riorganizzazione della macchina comunale. Una operazione che prevede la suddivisione del Dipartimento del Territorio in due dipartimenti, quello dei Lavori pubblici e quello nuovo di Urbanistica, Suap, Edilizia privata e relativa dirigenza.

Al Dipartimento Affari generali entro l’anno l’assunzione di un nuovo funzionario apicale con funzioni di vicesegretario che sostituirà il dottor Giorgio Giorgi che intraprenderà la carriera di dirigente in altro ente pubblico. La novità importante per i cittadini di Osimo a partire dal 14 settembre sarà la riapertura il sabato mattina dell’ufficio Anagrafe e stato civile su appuntamento per meglio defluire le code. La prenotazione è possibile effettuarla dal lunedì al venerdì chiamando allo 0717249230 tra le 13 e le 14.

«Al Dipartimento delle Finanze e delle risorse umane tanti i pensionamenti, tante le assunzioni fatte sia per il bilancio che per i tributi – dice il sindaco Simone Pugnaloni -. Obiettivo futuro è creare di nuovo la figura del Provveditore che possa snellire la burocrazia nell’approvvigionamento beni e servizi per il Comune.

Nel frattempo dal primo settembre entreranno in servizio quattro nuovi istruttori amministrativi (Anagrafe, Suap, Lavori pubblici e Personale) ed è appena stato pubblicato un concorso per tre funzionari di Polizia locale mentre si sta continuando ad assumere, da concorso già effettuato, nuovi agenti categoria C1. Nella municipale è iniziato il processo di ricambio tra generazioni, ci vorrà qualche anno per tornare a regime ad un agente ogni mille abitanti. Per tanti anni il turn over del personale è stato bloccato dalla legge dello Stato, appena sbloccato abbiamo felicemente cominciato ad assumere per tornare ad essere celeri e professionali. Da anni ormai stiamo poi investendo nell’informatizzazione del Comune, prossimo passo è la digitalizzazione degli archivi e il potenziamento dei servizi online».

Il nuovo cda del Bambozzi
Il nuovo cda del Bambozzi

Intanto ieri, 21 agosto, si è insediato il nuovo cda della Fondazione Bambozzi. «Ho avuto modo di ringraziare la presidente Laura Cionco per il buon lavoro svolto nei cinque anni precedenti ed ho illustrato ai nuovi i risultati ottenuti che ora vanno implementati per dare sempre maggior vigore ai servizi resi all’utenza finale – continua -. Ho notato molto entusiasmo e voglia di mettersi subito al lavoro. Durante la prima seduta del cda è stato eletto vicepresidente il consigliere Marco Balestrieri. Per cinque anni ha servito in maniera puntuale la città da consigliere comunale, ora in egual maniera sarà un ottimo collaboratore per la Presidente».

Ti potrebbero interessare