Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Promozioni Cose di Casa Jesi
Promozioni Cose di Casa Jesi

Osimo, altro venerdì di maxi controlli congiunti

La parola d’ordine, come di consueto, è prevenzione. Ecco il bilancio della serata

OSIMO – È stato un altro venerdì sera (3 febbraio) su cui hanno vigilato gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Polizia di Osimo che, assieme ai militari della Compagnia locale dei Carabinieri e agli agenti della Polizia locale hanno svolto, durante la serata, un servizio integrato di controllo del territorio disposto con ordinanza del questore della Provincia di Ancona Cesare Capocasa per contrastare gli eventuali fenomeni di illegalità ed annessi episodi delinquenziali sia nel centro storico, a tratti abbastanza frequentato anche da giovani e adolescenti, nonostante gli ormai evidenti rigori invernali, che nell’intero circondario cittadino.

I pattugliamenti

La parola d’ordine, come di consueto, è prevenzione. In risposta a qualche recente episodio di furto a bordo auto verificatosi in città, cui la Sezione Anticrimine del Commissariato ha immediatamente dato seguito portando al vaglio dell’Autorità giudiziaria una chiara attribuzione di responsabilità che laddove confermata, a carico di un soggetto già noto alle forze dell’ordine, consentirebbe l’adozione di ulteriori provvedimenti nei suoi confronti, è stata aumentata la soglia d’attenzione sia delle singole Pattuglie ordinariamente preposte al controllo del territorio che dei presidi interforze come quello della serata appena trascorsa. Alla luce del costante pattugliamento e dei quattro posti di controllo svolti pertanto, sotto il coordinamento dal Commissariato, nelle vie e le piazze del centro storico e nelle varie arterie dei quartieri limitrofi e dei sobborghi, perlustrando i noti luoghi di aggregazione di giovani, per scoraggiare assembramenti molesti ed impedire l’insorgere di fenomeni criminosi, è stato possibile identificare complessivamente 56 individui e 31 veicoli (tra costoro 14 pregiudicati, a carico dei quali non c’erano condizioni per l’attuazione di provvedimenti ulteriori) ed elevare sette sanzioni per altrettante violazioni al codice della strada.

© riproduzione riservata

Raffaello 1483 by Fattoria Petrini