L’Osimana calcio ad Offagna. Il sindaco Pugnaloni: «Una scelta unilaterale della società»

La squadra giallorossa ha scelto di disputare fuori il proprio match casalingo per le pessime condizioni del terreno di gioco dello stadio di Osimo. La decisione non piace a tifosi e Primo Cittadino

OSIMO – Fa discutere la decisione dell’Osimana di non giocare allo stadio Diana la propria gara casalinga contro la Laurentina. La squadra giallorossa ha scelto di disputare il proprio match casalingo sul campo sintetico di Offagna, dopo aver constatato le pessime condizioni del terreno di gioco dell’impianto di via Olimpia. Una decisione che non piace ai tifosi e neanche al sindaco Pugnaloni, che ha sottolineato come sia stata “una scelta unilaterale della società non concordata”. «Il primo tifoso dell’Osimana sono proprio io – ha dichiarato Pugnaloni – ma in qualità di primo cittadino esigo che la gestione dei campi e la crescita dei settori giovanili vengono prima di ogni altra cosa».
Il campo del Diana versa in pessime condizioni ormai da tempo, la gestione dell’impianto è a carico dell’Osimana Calcio, che a fine 2017 ha ottenuto l’affidamento per tre anni con un contributo economico di 210 mila euro per il triennio. Soldi che nelle intenzioni dell’Amministrazione Comunale dovranno servire anche per eseguire i necessari lavori di manutenzione dello stadio, che accusa ormai il peso degli anni.

Il Sindaco di Osimo Simone Pugnaloni insieme all’Assessore allo Sport Alex Andreoli

«Mai più di oggi con questa Amministrazione la U. S. Osimana ha ottenuto certezze per la gestione dei campi – ha spiegato il Sindaco –. Nel passato la società ogni anno dovevano affrontare una gara senza saperne l’esito che poteva essere anche negativo. Da questo anno con la gara chiusa con il fine 2017 l’U.S. Osimana avrà la gestione dei campi per tre anni. L’Amministrazione comunale ha aumentato di 10 mila euro il corrispettivo in favore della società. Non dimentichiamo poi tutte le manutenzioni a carico dell’Amministrazione comunale alle luci del Campo Santilli per far giocare i ragazzini e il nostro supporto continua pure nel 2018 dove rifaremo ex novo il manto sintetico del Santilli per permettere al settore giovanile di continuare la propria attività e far crescere in casa nuove leve per permettere alla prima squadra di fare importanti risultati. Alla nostra Osimana che tra qualche anno compirà 100 anni il Comune non farà mai mancare la sua vicinanza».