Oltre il gol: il docufilm di Vagnoni raccoglie fondi per Gianluca ed Elisa

Verrà proiettato al cinema Astra il cortometraggio dell'allenatore-regista, che racconta lo sport come mezzo di crescita e di educazione. La serata sarà accompagnata da una raccolta fondi a favore dei figli di Carotti e Del Vicario

Gianluca Carotti e Elisa Del Vicario insieme ai loro figli

CASTELFIDARDO – Verrà proiettato mercoledì 17 aprile al cinema teatro Astra (inizio alle ore 21) il cortometraggio “Oltre il gol” di Ernesto Vagnoni, il preparatore dei portieri del Castelfidardo Calcio che racconta lo sport come mezzo di crescita e di educazione. Sarà una serata speciale che si accompagnerà ad una raccolta fondi libera e spontanea a favore dei figli di Gianluca Carotti ed Elisa Del Vicario, la coppia fidardense scomparsa nella notte del 3 marzo in un tragico incidente stradale.

Il docufilm “Oltre il gol” è l’ultimo lavoro di Ernesto Vagnoni, che da 10 anni porta avanti questo tipo di progetti con la sua casa di produzione Looks video, con cui concilia l’attività sui campi di calcio e la passione per la macchina da presa.
Il progetto è stato recentemente premiato dal Coni per la sua valenza sociale e la stessa Figc ne sta acquisendo i diritti.

L'allenatore regista Ernesto Vagnoni
L’allenatore-regista Ernesto Vagnoni

«Dopo anni di esperienza nel mondo del calcio – dice Vagnoni – ho sentito la necessità di far emergere come sull’aspetto ludico e del divertimento interferisca in maniera sempre più invadente l’ossessione dei genitori che desiderano figli campioni. Mi auguro che questo evento sia un utile momento didattico di riflessione e confronto, vista anche la presenza della psicologa dello sport, Alessandra Mosca. E alle famiglie di Gianluca ed Elisa, colpite da questa immane disgrazia, vogliamo far sentire che gli siamo vicini».

Oltre il gol è un’indagine dietro le quinte delle società dilettantistiche, in particolare sul mondo del calcio giovanile, mettendo in luce il modo in cui i ragazzi, gli allenatori, i dirigenti e i genitori vivono questa realtà. L’obiettivo è quello di far luce sul ruolo e sulla relazione tra le varie figure che gravitano intorno a questa realtà, mettendo a nudo ciò che vivono interiormente. Non basta fare sport per crescere in modo corretto, ma occorre farlo nell’osservanza di un’etica professionale propria di tutti gli educatori.