Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Offagna, un “tesoretto” dall’assestamento di bilancio

Una quota significativa dell’avanzo è stata destinata alla copertura degli aumenti delle utenze come consentito dalla più recente normativa

Il Comune di Offagna
Il Comune di Offagna

OFFAGNA – Il consiglio comunale di Offagna ha approvato l’assestamento generale di bilancio 2022 che, grazie al consistente avanzo di amministrazione 2021 di un 1.368.564 euro, consente di finanziare alcune importanti opere, manutenzioni e acquisti. Una quota significativa dell’avanzo è stata destinata alla copertura degli aumenti delle utenze come consentito dalla più recente normativa. Una restante quota non ancora impegnata di circa 400mila euro è stata rinviata a successivi atti del consiglio.

«L’intenzione dell’amministrazione – spiega il sindaco Ezio Capitani – è di riservarla in toto o in parte consistente alla riduzione dei mutui che attualmente occupano tutta la capacità di indebitamento dell’ente, capacità da utilizzare per eventuali impellenti future necessità che dovessero verificarsi».
L’elenco degli impegni di spesa previsti nell’assestamento di bilancio comprende 275mila euro per l’acquisto dei locali ex supermercato dove trasferirci temporaneamente la scuola media, 80mila euro per acquisto tribuna per manifestazioni, 40mila euro per attrezzature turistiche (bando accoglienza compartecipazione 50 per cento), 18mila e 342 euro per manutenzione straordinaria della caserma (residuo contributo ministero), 30mila euro per manutenzione straordinaria parchi e giardini, cinquemila euro per acquisto defibrillatore, cinquemila euro per messa in sicurezza monastero Santa Zita (la scuola materna), 20mila euro per manutenzioni patrimoniali.

Il medico di base

Il primo cittadino si sta occupando anche della mancanza del medico di base dopo le dimissioni dell’ultima: «Con forza ho manifestato il grave disagio in cui versa la nostra popolazione, compreso il fatto gravissimo che attualmente gli assistiti della dottoressa Maria Claudia Finori trovano difficoltà a reperire altro medico convenzionato anche fuori dai confini di Offagna – dice Capitani -. La dottoressa Nadia Storti dell’Asur si è impegnata in tal senso. Il 25 luglio la segretaria della stessa mi ha assicurato che la pratica è sul suo tavolo ma ad oggi non ho ancora ottenuto risposta. È intenzione di questa amministrazione continuare a perseguire con forza la strada avviata per trovare una soluzione positiva a questa gravissima situazione non giustificata ma anzi aggravata dal fatto che sia analoga a molti altri comuni marchigiani. Auspico che in questo futuro percorso si possano unire le forze di tutto il Consiglio comunale indipendentemente dal proprio ruolo».