Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Offagna, il rione Torrione dà le dimissioni

Alla base di questa decsione la carenza del personale volontario, l'ubicazione sfavorevole all'attività commerciale durante le feste e le enormi difficoltà logistiche

Il municipio di Offagna
Il municipio di Offagna

OFFAGNA – Dopo il commissariamento della Pro loco, da Offagna giunge la notizia delle dimissioni del direttivo di uno dei quattro rioni attivi nell’organizzazione delle feste medievali, il Torrione.

«Con gran rammarico comunichiamo a tutta la cittadinanza offagnese che il direttivo in carica dall’autunno 2016 è attualmente dimissionario. Dopo appena un’edizione delle feste medievali siamo costretti a rimettere il nostro mandato per diverse ragioni – dicono dal direttivo -. Abbiamo cercato di ripristinare una situazione rionale travagliata da alcuni anni e, per buona parte, ci siamo riusciti ma nonostante ciò i problemi del nostro rione-stand rimangono. Principalmente sono tre: carenza del personale volontario, ubicazione sfavorevole all’attività commerciale durante le feste e conseguente enorme difficoltà nel trasporto, montaggio, smontaggio e gestione della struttura.

La quasi totalità dei componenti del direttivo subito dopo l’edizione delle feste ha manifestato la grandissima difficoltà nel ripetere il sacrificio e l’impegno messi in campo, decidendo quindi di passare il testimone a chi sarebbe stato in grado di gestire questa situazione con la nostra stessa passione, volontà e cuore. Il 12 gennaio abbiamo indetto una riunione straordinaria per cercare nuove persone interessate e tentare di gettare le basi per un nuovo direttivo, in modo tale da poter garantire tutto il tempo necessario alla futura organizzazione.

Il risultato è stato un totale fallimento: all’assemblea erano presenti tre membri dimissionari del direttivo addetti allo svolgimento della stessa e due persone esterne solo per assistervi. A oggi, dunque, il nostro rione rimane senza una guida operativa e, di conseguenza, non parteciperà all’edizione delle feste medievali 2018. Ringraziamo tutti coloro che, in questo breve ma intenso periodo, hanno partecipato, aiutato, sostenuto e creduto in noi».