Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Offagna, le feste medievali partono nel rispetto delle norme anti Covid

Non ci sarà la classica “full immersion” di una settimana con spettacoli, stand e mercatini aperti a tutti. La 33esima edizione si trasforma in tanti piccoli eventi lungo tutta l’estate

Le feste medievali di Offagna
Le feste medievali di Offagna

OFFAGNA – Non ci sarà la classica “full immersion” di una settimana con spettacoli, stand e mercatini aperti a tutti. Il Covid ha stravolto anche le rievocazioni storiche di Offagna. La 33esima edizione delle feste medievali si trasforma in tanti piccoli eventi lungo tutta l’estate, con visite guidate alla rocca abbinate a degustazioni, cene in piazza e la Disfida in arme tra i rioni spostata al vecchio campo sportivo, tutto con prenotazione obbligatoria e a numero chiuso. Al posto della settimana di feste medievali quindi al via i weekend di “Cene medievali” in piazza della Contesa. Niente più tribune ma solo grandi tavolate per ospitare per quattro venerdì, già a partire dal prossimo, e sabato sera, 150 commensali che degusteranno cene organizzate dal ristorante Le Donzelle, dal catering del rione San Bernardino il 7-8 agosto e dal ristorante Il Cresciolo il 14-15 agosto, poi ancora il 21 e 22 e il 28 e 29. A fare spettacolo i gruppi Carantos, Menestrelli, Gruppo tamburi, Sbandieratori e Signo Gladi, mentre gli animatori dei rioni organizzeranno piccole sfilate in costume e poi le esibizioni di falconieri e del gruppo teatrale di giovani offagnesi.

La Disfida tra i quattro rioni, Croce, Sacramento, San Bernardino e Torrione, si terrà il 31 luglio e il primo agosto, con la Protezione civile che gestirà l’ingresso gratuito per un massimo di 800 spettatori. Confermate le quattro sfide a balestra, arco, mazzaferrata e lancia che porteranno uno dei rioni a vincere l’edizione della Contesa della Crescia. Il pubblico potrà usufruire anche dello stand gastronomico allestito dal rione Sacramento e dall’associazione Giovane Offagna. Il cartellone degli eventi è stato presentato in sala consiliare dal vicesindaco Tiziana Socci e dall’assessore al Turismo Fabrizio Bartoli con Alessio Rosati, presidente del Gruppo Storico Offagna, e Agnese Cariddi del Polo Museale.

Sono stati affiancati altri appuntamenti: di lunedì (domani e il 27, poi il 10 e 24 agosto) “Visite alla Rocca” seguite da degustazioni di vini alle cantine Malacari e Vigna della Cava, il martedì alle 20.30 sei “Cene alla Rocca” (21 luglio, 4, 18 e 25 agosto, primo e 8 settembre) grazie al ristorante Il Cresciolo, che proporrà cene esclusive per massimo 25 persone all’interno della rocca. Tornano poi gli “Aperitivi alla rocca”, nove appuntamenti, tutti i giovedì dal 16 luglio al 10 settembre.

«Siamo soddisfatti per essere riusciti, anche in questo anno così difficile – dice il sindaco Ezio Capitani -, a stilare un calendario di manifestazioni che, pur prive della tradizionale settimana delle Feste medievali, è in grado di offrire un pacchetto turistico e culturale di grande qualità, coprendo l’intera stagione. Per questo ringrazio il Comitato Feste Offagna, i rioni e le altre associazioni coinvolte, compreso il Polo Museale, ma anche l’associazione Riviera del Conero, la Regione e gli sponsor che hanno dato un sostegno concreto in un momento delicato».