Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Offagna, la Cna intervista i candidati a sindaco: le parole di Ezio Capitani

Apre la disfida Ezio Capitani, sindaco uscente, appartenente alla lista “Rinascita per Offagna”, che parla di investimenti e turismo

Il Comune di Offagna

OFFAGNA – Offagna andrà al voto il 12 giugno e la Cna di zona sud di Ancona ha deciso di porre diverse domande ai due aspiranti alla poltrona di sindaco: il sindaco uscente Ezio Capitani e lo sfidante Alessandro Desideri. Apre la disfida Ezio Capitani della lista “Rinascita per Offagna”. Ecco cosa ha detto.

Il dissesto

«A gennaio 2021, trascorsi cinque anni dalla dichiarazione del dissesto, con l’approvazione dei successivi bilanci stabilmente riequilibrati come prevede la legge, sono cessati lo stato di dissesto ed il conseguente controllo del Ministero dell’Interno sull’operatività del Comune – spiega Capitani -. A dicembre 2021 il Commissario liquidatore ha consegnato la Relazione di chiusura della gestione straordinaria conclusa con la liquidazione della quasi totalità dei creditori ed il Comune ha riacquistato la piena operatività. Il 30 marzo è stato approvato all’unanimità dal Consiglio comunale il rendiconto di gestione che presenta un risultato di un milione e 368mila e 547 euro. Questa cifra consistente è la somma dei precedenti avanzi di amministrazione che per via del dissesto non ancora chiuso non potevano essere utilizzati e oggi rappresenta una significativa fonte di approvvigionamento per il nostro bilancio. Tale somma per legge è vincolata principalmente a spese di investimento, accantonamenti o estinzione di mutui e verso queste finalità è nostra intenzione destinarli. Una prima tranche parziale è stata impegnata già con la variazione di bilancio e riguarda principalmente ulteriori fondi per i lavori di adeguamento dei locali (ex supermercato) destinati ad ospitare la scuola media durante i lavori di miglioramento sismico del plesso storico, la compartecipazione pro quota al bando Accordo agroambientale d’area che stiamo portando avanti in partenariato con il Comune di Osimo e in piccola parte ad incrementare il fondo per sistemazione delle strade extra urbane. Il resto dell’Avanzo sarà destinato entro il 31 luglio, di questo una parte significativa dovrà necessariamente essere destinato alla riduzione dei mutui»

Il turismo

«La valorizzazione culturale e turistica è uno degli obbiettivi principali di questa lista civica – prosegue Capitani – proprio perché il nostro paese dispone di un notevole patrimonio architettonico, culturale ed artistico con la collaborazione di tutte le associazioni e le forze sociali del paese. Questa valorizzazione richiede una organizzazione che abbia come strumento principale il coordinamento delle iniziative. Tale obiettivo è da perseguire con determinazione in quanto da esso dipende l’immagine di Offagna. Creare una comunicazione univoca, ampia ed efficace delle informazioni di interesse turistico e di eventi mediante strumenti di vario tipo (multimediali, giornalistici, bacheche e locandine) rimane una priorità per un paese a vocazione turistica, assieme alla capacità di creare occasioni di visita distribuiti possibilmente per tutto l’anno e di realizzare un buon sistema di accompagnamento alle visite turistiche. È stato recentemente istituito un portale di informazione turistico culturale (in quanto il dominio di quello precedente apparteneva ad un privato), ma su questo punto occorre lavorare ancora per raggiungere una uniformità ed unicità dell’informazione nell’offerta turistico culturale e dell’accoglienza. Perseguire tutte le azioni finalizzate a garantire il mantenimento della Bandiera Arancione del Touring club, l’appartenenza al Club “I borghi più belli d’Italia”, riconoscimenti che garantiscono visibilità a livello nazionale e richiedono il possesso di elevati requisiti nell’accoglienza e nella cura del centro storico e del paesaggio. Incrementare ulteriormente la collaborazione con la l’associazione Riviera del Conero di cui Offagna fa parte. Sostenere il rilancio delle feste medievali nella consapevolezza che esse sono un’importante attrazione turistica nella stagione estiva e favorire le iniziative delle associazioni culturali e sportive del Paese, stimolando il coinvolgimento delle attività commerciali e delle strutture ricettive».