Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Nuove melodie a Offagna con “Klang”

Enormi tastiere, oscillatori digitali e lei, Ramona Gonzalez aka Nite Jewel, protagonista della serata "Klang" sabato 27 nella chiesa del Sacramento di Offagna per un concerto imperdibile

Ramona Gonzalez aka Nite Jewel

OFFAGNA – Fa tappa nella Chiesa del Sacramento di Offagna sabato 27 maggio “Klang – altri suoni, altri spazi”, rassegna musicale regionale promossa dall’Amat in collaborazione con Loop live club, Regione Marche e quattordici Comuni delle cinque province marchigiane sede dei concerti. L’appuntamento di sabato, realizzato in collaborazione con “NewEvo festival”, è con l’americana Ramona Gonzalez aka Nite Jewel.

Nascosta dietro enormi tastiere e oscillatori digitali, Nite Jewel ha creato, in perfetta solitudine notturna, il giusto spazio in cui muoversi in totale liquidità e così facendo ha schiuso le porte a un ritrovato senso di freschezza e libertà. Nello scarto tra noto e ignoto, tra alieno e familiare, prende forma “Liquid cool”, terzo long playing con cui Nite Jewel entra ufficialmente nell’Olimpo della musica dei sensi, uno dei dischi più evocativi del 2016, un vero e proprio sogno a occhi aperti capace di accompagnare con dolcezza attraverso pensose nottate in bianco anche l’animo più inquieto. Nite Jewel ha attinto ai rigidi stilemi della musica pop per dare vita a un disco ricco d’immagini distorte, dove il suono dei sintetizzatori più freddi e retro sa farsi avvolgente.

Registrate durante un percorso durato quattro anni a Los Angeles, con l’aiuto di Cole M.G.N., le sue canzoni sulla variabilità dell’amore e sull’implacabile nostalgia presentano la testimonianza lirica più personale realizzata da Nite Jewel fino a oggi. Partendo dalla ballata futuristica (“Real high, part of me”) fino alla velata hit da ballare (“2 good 2 be true”, “The answer”), il lavoro di Nite Jewel vanta significative collaborazioni di lunga data come quella con Dâm-Funk, Droop-E e Julia Holter e si pone come il suo sforzo più audace.

La sua voce unica, la pura abilità dell’emettere suoni, crea un’irresistibile combinazione capace di veicolare con potenza il suo toccante messaggio. Falsetto metallico, moltitudine di cori, chitarra acustica, Nite sa come sfumare al punto giusto la manopola dell’atmosfera: su “Kiss the screen” sembra di sentire Janet Jackson, “Boo hoo” è post-disco mentre “Running out of time” ricama una splendida melodia dal sapore ancestrale.

Biglietto posto unico 10 euro, ridotto otto euro. Per informazioni: “Loop live club” 071 7202180, Amat 071 2072439, biglietteria della chiesa del Sacramento 366 4609422 la sera del concerto dalle 19. Inizio concerto alle 21.15.