Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Nuove luci a Castelfidardo: 600 mila euro per passare ai led

Il Comune si aggiudica un finanziamento dalla Regione per l’efficientamento energetico della città. Il sindaco Ascani: «progetto che abbatte i consumi». Nel 2020 l’inizio dei lavori

CASTELFIDARDO – In arrivo una nuova illuminazione pubblica, più green ed efficiente. Il Comune punta a sostituire le luci della città con un ampio progetto di riqualificazione ed innovazione energetica, finanziato per il 75 per cento dalla Regione Marche con un contributo di 300 mila euro, attraverso i fondi europei del POR 2014-2020.

La spesa residua di 100 mila euro è carico del Comune è già coperta da fondi del bilancio, anche se il sindaco Roberto Ascani punta a trovare altri 200 mila euro dall’avanzo di gestione per estendere il progetto sulle nuove luci fino ad una spesa complessiva di 600 mila euro, che consentirebbe di rinnovare quasi interamente l’illuminazione pubblica cittadina.

«L’obiettivo è di sostituire 2900 punti luce su un totale di 3000 presenti in città – afferma il sindaco – in pratica tutta la parte periferica con la sola eccezione del centro storico, dove si farà un intervento a parte». Il progetto realizzato da Enel X, società del gruppo Enel che ha in gestione l’illuminazione pubblica a Castelfidardo, consentirà di abbattere i consumi energetici di circa il 60 per cento attraverso nuove luci con lampade a led, dotate anche di dispositivi tecnologici collegati in rete.

«Si tratta di un intervento che punta molto sull’innovazione oltre che sull’efficientamento – spiega Ascani – e così alcuni punti luce potrebbero essere dotati di wi-fi, videocamere ad alta definizione per il monitoraggio dei flussi di traffico e sensori per il rilevamento dei livelli di inquinamento da polveri sottili».

L’inizio dei lavori è previsto per il 2020 e i tempi di realizzazione, una volta approvato il progetto esecutivo per la sostituzione delle luci, dovrebbero essere relativamente brevi. «Con l’approvazione del bilancio e l’avanzo che potremmo utilizzare, dovremmo essere in grado di finanziare la parte restante del progetto – conclude il sindaco -. Entro aprile avremo sicuramente la totale copertura finanziaria. Poi una volta iniziati i lavori, i tempi di realizzazione sono molto veloci, si parla di circa 3 mesi».